Gundam Universe Forum
21 Ottobre 2014, 10:44:48 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Hai perso la tua email di attivazione?

Login con username, password e lunghezza della sessione
News: Se vedete questo siete giunti al nuovo/vecchio Gundam Universe!
 
  Sito   Forum   Blog GundamPedia Help Ricerca Ext Gallery Login Registrati  
Pagine: 1 ... 5 6 [7] 8   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: 730 milioni di dollari per un Gundam .  (Letto 9724 volte)
Dsok.Mniyvr
Sergente
*
Offline Offline

Posts: 246




Nuovo messaggio
« Risposta #90 il: 23 Gennaio 2008, 10:43:19 »

Corrazzate?? il difetto degli APS è che i sensori sono scoperti e vulnerabili ai frammeti, esistono munizioni ABM cioè o hanno un timer o un sensore di prossimità, esplodono in volo lanciado frammenti; ho visto un IMG di un 30mm ABM del puma far diventare cieco un MBT.

L'unica speranza sono corazze ad energia, sinceramente di un mezzo che ha gli stessi  limiti di un carro nei luoghi in cui può operare non mi serve a niente ci sono gli MBT poi. Molto più utile un mezzo da schierare anche in luoghi simili al vietnam dove le barriere naturali hanno costretto ad usare soldati ed elicotteri e caccia, i veicoli corrazzati solo in luoghi aperti.
Un mezzo terrestre ingrado di volare fa propio comodo (le gambe sono utili come ammortizzatori e per aiutarsi con un salto, basta avere in mente armored core i bipedi sono i più agili).
Loggato
oiGecdn
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 4226



WWW

Nuovo messaggio
« Risposta #91 il: 23 Gennaio 2008, 12:19:13 »

Citato da: s"rvnkiD.y"oM
Corrazzate?? il difetto degli APS è che i sensori sono scoperti e vulnerabili ai frammeti, esistono munizioni ABM cioè o hanno un timer o un sensore di prossimità, esplodono in volo lanciado frammenti; ho visto un IMG di un 30mm ABM del puma far diventare cieco un MBT.

L'unica speranza sono corazze ad energia, sinceramente di un mezzo che ha gli stessi  limiti di un carro nei luoghi in cui può operare non mi serve a niente ci sono gli MBT poi. Molto più utile un mezzo da schierare anche in luoghi simili al vietnam dove le barriere naturali hanno costretto ad usare soldati ed elicotteri e caccia, i veicoli corrazzati solo in luoghi aperti.
Un mezzo terrestre ingrado di volare fa propio comodo (le gambe sono utili come ammortizzatori e per aiutarsi con un salto, basta avere in mente armored core i bipedi sono i più agili).


bhe un "coso" di 18 metri, e diverse tonnellate, ti apre tranquillamente la strada anche in una foresta di cedri secolari!!!


cmq le corazze ad energia sono ancora in fase di studio

o già se ne producono per esperimenti balistici?
Loggato



Se riesci a leggere questo hai un ottima vista
wJbecokbra
Tenente Secondo Grado
*
Offline Offline

Posts: 629




Nuovo messaggio
« Risposta #92 il: 23 Gennaio 2008, 15:22:42 »

Citato da: ecG""dion
Io un robbottone di 18 metri lo vedo un pò come una corrazata terrestre...

sopratutto se è un guntank...


cmq, come fa con le città?

semplice fa alla russa

aggira e passa oltre! (o la rade al suolo...)


lo so che quelli piccoli sono i più fattibili...


ma stiamo solo ipotizando come farlo... con le attuali tecnologie...



cmq stavo pensando al camuffamento...

che ne dite di ricoprirlo con abeti di plastica natalizzi? XD

in europa andrebbe bene...


io direi una mimetica ottica alla metal gear solid lol... mi imamgino la scena... uno passa tra quillo per strada e vede enormi impronte di piedoni comparire dal nulla sull'asfalto lol..

cmq ora pensandoci bene.. forse il più utile in combattimento sarebbero quelli di full metal panic (anke se più grandi di quelli di gasaraki mi pare) hanno una gilità assurda.. e se poi li piazzi il lamda driver da qualke aprte chi tif erma più!!
Loggato

Dsok.Mniyvr
Sergente
*
Offline Offline

Posts: 246




Nuovo messaggio
« Risposta #93 il: 23 Gennaio 2008, 15:24:39 »

penso di si almeno la fase di ricerca poi ci sono dei problemi da risolvere dai un'occhiata .http://www.gundamuniverse.it/forum/viewtopic.php?p=17507#17507 e fatti un'idea dei sistemi di protezione futura; al giorno d'oggi è più utile un mezzo antiguerriglia un mecha più piccolo riesce a muoversi meglio in spazi ristretti le peggiori minaccia arrivano dall'abiente urbano è impessabile radere al suolo una città se sei per missione di "pace" o se ti serve intera; ecco perchè un TA rispecchia di più l'essigenze di questi tempi anche se non dispone di una grande potenza di fuoco che però conta relativamente in quel contesto non devi combattere contro navi spaziali (dove ti serve avere la giusta potenza di fuoco altrimenti perdi il ruolo antinave o al più puoi dare qualche problema dipende dal caso è possibile che dei losat piazzati nei punti giusti riducono le capacità della nave lasciando alle tue il colpo finale).

pare che dei test gli hanno fatti http://www.baesystems.com/ProductsServices/l_and_a_gs_electromag_armor.html
Loggato
aMrNNome
Sergente
*
Offline Offline

Posts: 268




Nuovo messaggio
« Risposta #94 il: 24 Gennaio 2008, 12:40:26 »

Passato il discorso su protezione, sistemi d'arma e sensori proviamo un altro punto critico =) Come verrebbe controllato questo mezzo? Ammesso che tutto dovrà per forza di cose essere controllato da un computer per il bilanciamento del mezzo e per i movimenti degli arti inferiori... io sarei per la semplificazione limitando i fronzoli al minimo, riprenderei la formula dei controlli aereonautici pari pari mettendo alla pedaliera del timone la funzione della direzione delle gambe, alla manetta la velocità e allo stick il controllo del torso, in questo caso le armi sarebbero direttamente innestate sulle braccia e sullo scafo del mezzo (sarebbe inutile avere degli arti prensili o con altri movimenti).
Certamente si potrebbero utilizzare anche sistemi più avanzati, mi viene in mente ad esempio il sistema di controllo dell'enryu, un mezzo da soccorso ideato dai folli nipponici: ( http://www.enryu.jp/t52/index.html )





Per carità il sistema è interessante ma penso sarebbe un pò scomodo in situazioni concitate.

Pronto a essere smentito ovviamente come nelle passate pagine...
Loggato
wJbecokbra
Tenente Secondo Grado
*
Offline Offline

Posts: 629




Nuovo messaggio
« Risposta #95 il: 24 Gennaio 2008, 15:02:16 »

se il modello è tipo gasaraki (ossia non 18 metri) a mio avviso andrebbe più che bene il sistema di controllo che ha il robottone che usa la protagonista di alien 2 alla fine del film per ammazzare la regina (per ki non ha visto il film parlo di qualkosa simile a full metal panic)

se è qualkosa di enorme la versione tipo cabina di caccia è la più indicata.....

quella alla gundam g proprio non me la vedo >-<
Loggato

frxuseuc
Tenente Secondo Grado
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 606



Nuovo messaggio
« Risposta #96 il: 24 Gennaio 2008, 15:52:30 »

Nei moderni carri armati, i motori diesel vengono preferiti perché il gasolio a differenza della benzina o del gas non s'infiamma facilmente in presenza di fuoco (infatti la combustione avviene per compressione). Il le turbine a gas consumano di più perché il motore non può essere spento e riacceso in continuazione come sugli altri motori, quindi, un carro armato deve tenerlo sempre acceso anche quanto è appostato per un agguato. Il motore diesel per contro è più pesante di una turbina a gas a parità di potenza. Comunque bisogna considerare che i moderni motori dei MBT (Main Battle Tank) sono policarburanti, cioé in caso di necessità possono utilizzare i vari tipi di carburante.
Loggato

We are Clan Wolf. Children of Kerensky. We carry the honor of his name upon our shoulders as our fathers did before us.
Dsok.Mniyvr
Sergente
*
Offline Offline

Posts: 246




Nuovo messaggio
« Risposta #97 il: 24 Gennaio 2008, 21:20:36 »

Citato da: bbwarcJo""ek
se il modello è tipo gasaraki (ossia non 18 metri) a mio avviso andrebbe più che bene il sistema di controllo che ha il robottone che usa la protagonista di alien 2 alla fine del film per ammazzare la regina (per ki non ha visto il film parlo di qualkosa simile a full metal panic)

se è qualkosa di enorme la versione tipo cabina di caccia è la più indicata.....

quella alla gundam g proprio non me la vedo >-<


ti riferisci ad Alien vs predator 2?, hai qualche img? non lo visto il film
Loggato
rPana
Sergente Maggiore
*
Offline Offline

Posts: 588



WWW

Nuovo messaggio
« Risposta #98 il: 24 Gennaio 2008, 23:15:43 »

Credo che si riferisse al film Aliens e a questa

Loggato

Ralok
Visitatore

Nuovo messaggio
« Risposta #99 il: 25 Gennaio 2008, 00:36:25 »

A proposito di motori e sistemi di spostamento. Magari ne avete già parlato ma me lo sono perso.....i nostri beneamati gundam usano dei propulsori per il volo. Chiarendo subito che non credo che su un mezzo reale questi servano e anzi siano solo un ingombro incredibile non sarebbe però interessante avere un sistema che invece che volare ti permetta di fare dei "salti" per aggirare ostacoli molto grandi o cose di questo tipo? La parola agli esperti adesso perchè le mie conoscenze in materia sono assolutamente nulle.... sad
Loggato
rPana
Sergente Maggiore
*
Offline Offline

Posts: 588



WWW

Nuovo messaggio
« Risposta #100 il: 25 Gennaio 2008, 09:01:17 »

Il problema del fare "salti" senza avere un qualche sistema di propulsione è che quando cadi da 50m o piú il pilota non sarebbe contento della botta. Non is potrebbe ammortizzare tutto con le gambe, credo che servano dei getti (razzi o simili) come nella famosissima scena dei tre Zaku che entrano in Side 7.
Loggato

aMrNNome
Sergente
*
Offline Offline

Posts: 268




Nuovo messaggio
« Risposta #101 il: 25 Gennaio 2008, 12:50:40 »

Far volare una cosa corazzata in modo decente è MALE (ovvero praticamente impossibile, gli servirebbe un motore a getto più grande di lui, forse con delle ali la situazione migliora ma tra aereodinamica sballata e altra roba diventa un vero inferno), casomai si potrebbe trovare il modo per renderla paracadutabile, ma anche li l'alleggerimento dovrebbe essere cosi drammatico da rendere il tutto vulnerabile anche a cannoncini da 20mm, ad esempio l'M551 Sheridan http://en.wikipedia.org/wiki/M551_Sheridan  che era uno dei pochi tank paracadutabili (ormai mi sembra sia stato anche ritirato) aveva una corazza in alluminio che lo rendeva una facile preda.
Ci sono progetti per mezzi corazzati aereoportati ma quasi sempre si deve ridurre la corazza al minimo sindacale (si, anche usando gli ultimi materiali a disposizione)
Loggato
wJbecokbra
Tenente Secondo Grado
*
Offline Offline

Posts: 629




Nuovo messaggio
« Risposta #102 il: 25 Gennaio 2008, 15:23:11 »

Citato da: nP"raa"
Credo che si riferisse al film Aliens e a questa



sisi proprio questa
Loggato

Dsok.Mniyvr
Sergente
*
Offline Offline

Posts: 246




Nuovo messaggio
« Risposta #103 il: 25 Gennaio 2008, 23:43:06 »

Citato da: "maorNe"MN
Far volare una cosa corazzata in modo decente è MALE (ovvero praticamente impossibile, gli servirebbe un motore a getto più grande di lui, forse con delle ali la situazione migliora ma tra aereodinamica sballata e altra roba diventa un vero inferno)


e ma bisogna vedere cosa vuoi usare , per esempio è possibile ottenere una spinta semplicemente sfruttando il ritardo di varie interazione (perchè non sono istantanee) esistono un prototipo di tipo meccanico e sicuramente il migliore elettromagnetico la famosa propulsione PNN; porre limite alla tecnologia non ha senso per me.
Loggato
aMrNNome
Sergente
*
Offline Offline

Posts: 268




Nuovo messaggio
« Risposta #104 il: 26 Gennaio 2008, 01:27:08 »

Purtroppo penso sempre in termini troppo pratici =) , si comprendo che non si debbano mettere dei limiti alla ricerca di nuove vie, io attualmente sto parlando solo di tecnologie gia esistenti e gia collaudate sul campo, te Minovsky stai parlando di cose tecnologicamente possibili o in forma di prototipo, abbiamo due punti di vista divergenti, solo che te guardi al futuro e io guardo alle cose gia accadute, effettivamente per un progetto simile bisognerebbe solo guardare avanti, ma voltarsi indietro ogni tanto non fa mai male.

Tornando IT... per il volo o spostamento aereo si potrebbe pensare ad un sistema simile a quello dei convertiplani....due rotori magari intubati da mettere in posizione al momento giusto per avere brevi tratti di autonomia in aria a bassa quota... certo che per far alzare una cosa che nella più ottimistica delle ipotesi pesa 40 tonnellate serve un motore inaudito...circa il doppio della potenza del V-22 Osprey (che pesa 23 tonnellate a pieno carico).... bisognerebbe per forza trovare un sistema non convenzionale.

Per PNN intendi la famigerata propulsione non newtoniana?
Loggato
Pagine: 1 ... 5 6 [7] 8   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!
Pagina creata in 0.127 secondi con 19 queries.