Gundam Universe Forum
18 Agosto 2019, 15:12:07 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Hai perso la tua email di attivazione?

Login con username, password e lunghezza della sessione
 
  Sito   Forum   Blog GundamPedia Help Ricerca Ext Gallery Login Registrati  
Pagine: [1] 2 3 ... 9   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: No Newtype No Gundam?  (Letto 35311 volte)
laFro
Colonnello
*
Offline Offline

Sesso: Femminile
Posts: 1948




Nuovo messaggio
« il: 27 Dicembre 2012, 10:20:57 »

Pensiero post Natalizio, forse influenzato da un eccesso di cibo e/o mancanza di sonno:   barella

A vostro parere era proprio necessario introdurre nella prima serie di Gundam il concetto di newtype o la trama si sarebbe potuta evolvere egregiamente anche senza?
In fondo :
a) i mobile suit sono stata creati da Zeon come arma pilotabile da chiunque, non solo da pochi eletti;
b) i mobile suit federali sono a loro volta destinati a soldati esperti ma del tutto normali;
c) il concetto di newtype appare a metà serie e decisamente sfumato, solo nel finale diventa fulcro della storia narrata e causa del triangolo Amuro-Lalah-Char
d) per giustificare le capacità di Amuro di pilotare il Gundam con il manuale sulle ginocchia non era necessario il concetto di newtype. In fondo la trama seguiva il classico schema già visto in molte serie robotiche o di fantascienza: il figlio/ nipote/ discendente del creatore  del robot che nel momento del pericolo si ritrova a guidare l'arma segreta in grado di sconfiggere il cattivo di turno.
Bastava attribuire ad Amuro doti di particolare intuizione ( o come hanno fatto in Origin, trasformare Amuro in un mezzo hacker che va a studiarsi di nascosto i progetti del padre lottapc) ed il problema si sarebbe risolto senza scomodare i super poteri.
e) Anche  l'avere affidato la più potente nave della Federazione ad un gruppo di ragazzini capitanato da un ufficiale poco più che maggiorenne segue gli standard dell'epoca. E gli stessi personaggi sono consapevoli di essere un diversivo per tenere lontani gli occhi di Zeon dagli effettivi obiettivi della Federazione.

A mio parere avremmo potuto avere comunque una eccellente serie robotica, anche migliore rispetto al Gundam che conosciamo perché più realistica concreta. Uomini veri con capacità diverse che sfruttano al meglio le diverse situazioni ed i diversi mezzi con cui si trovano a combattere. Questo avrebbe fatto risaltare meglio le doti dei singoli a prescindere dalla sfacciata fortuna di essere nati con una dote paranormale in più.
Io al liceo stavo per Ettore, che si batte come uomo contro il newtype dell'epoca, Achille-sono-invulnerabile-e-mi- piace-vincere-facile.

Ok, ora sono pronta ad essere bruciata come eretica
 
Loggato
risoaet
Colonnello
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 1988




Nuovo messaggio
« Risposta #1 il: 27 Dicembre 2012, 10:46:53 »

io sono tendenzialmente d'accordo con te. e mi sembra pure che nelle serie successive la cosa sia andata troppo in là. al livello di 0079 poteva anche starci, oltre francamente no.
Loggato

"In Sayla We Trust"

"Sayla Mass! È per assicurarci che questo simbolo dell’Universo non sia più sconvolto che siamo nati!
Sayla Mass! È per restituire un vero potere nelle sue mani che sorgiamo noi, la Brigata di Sayla!"
Noem
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 3990




Nuovo messaggio
« Risposta #2 il: 27 Dicembre 2012, 13:32:02 »

Non sei eretica e per me ci hai azzeccato, la guerra di un anno è un evento di massa che inizia e termina senza che le doti newtype dei piloti abbiano particolare influenza sul suo andamento, il Gundam poi come dimostrato da 0080, 0083 e 8° Plotone MS è possibile anche (e forse meglio), senza newtype.
Loggato
githrB
Tenente Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 2587




Nuovo messaggio
« Risposta #3 il: 27 Dicembre 2012, 13:58:57 »

Mah, che Gundam sarebbe stato Gundam anche senza i newtype non ci piove. Che Gundam sarebbe stato un Gundam migliore senza di essi, beh, non sono d'accordo.

Effettivamente un elemento tanto fantastico e New Age in quella che dovrebbe essere la prima serie di Real Robot può stranire. Non bisogna dimenticare, però, che MSG é diventata una serie rivoluzionaria solo DOPO la sua messa in onda. Nello stadio di progettazione e produzione, essa probabilmente non deve essere parsa, ai suoi stessi creatori, molto diversa da Zambot o Daitarn. Lo stesso Tomino ammette di aver capito solo a trasmissione inoltrata cosa effettivamente si stesse creando... e di aver perfino impiegato molti anni ad ammettere con sé stesso che quell'opera aveva qualcosa di più rispetto ad alcune sue altre, magari a lui personalmente favorite!

Ma tornando ai NewTypes, direi che tanto dipende dalla chiave di lettura che si vuol dare loro:

In effetti, dal punto di vista strettamente pratico, la possibilità che gli esseri umani sviluppino simili doti di telepatia e telecinesi (alla fin fine di questo si tratta, pur sfumato nell'empatia) é abbastanza poco credibile... ma non tanto più sciocco di robot antropomorfi giganti usati in guerra (già assurdo di suo) e che hanno perdipiù bisogno di impugnare armi dotate di grilletto per farle sparare, piuttosto che averle montate e interfacciate addosso come fanno, con ben altre caratteristiche di operabilità e sicurezza, gli aerei e i tank già oggi. Per cui direi che criticare il concetto di NewType in Gundam é abbastanza inutile, perché a ben guardare di assurdità nell'opera ce ne sono parecchie, a dispetto della sua fama di verosimiglianza. Non sono certo i soli NewTypes, insomma, a minarne la credibilità.
Questo, dicevo, da un punto di vista strettamente pratico.

Dal punto di vista narrativo e più strettamente contenutistico, invece, con l'introduzione dei NewType le cose in Gundam cambiano parecchio e, a mio personale modo di vedere, cambiano decisamente in meglio... cambiando in peggio!
Cerco di spiegarmi:
Il NewType é un espediente narrativo che significa ben altro, un'allegoria delle nuove generazioni e del lascito che le vecchie forniscono loro, in un'ottica che potrebbe essere di speranza e pace, e invece viene ancora una volta frustrata, stuprata, piegata al volere dei "vecchi" i cui interessi immediati non lasciano spazio ad un'eredità positiva per i giovani. In Gundam i protagonisti sono giovani, coscritti e mandati al fronte come diversivo (nerl caso migliore) o addirittura cavie, che man mano che la storia prosegue si adattano con orribile velocità al nuovo status quo delle loro vite. Ma Gundam va oltre l'orrore dei giovani in guerra, peraltro già raccontato molte volte prima di quel fondamentale 1979.

Gundam va ad intaccare perfino la Speranza, quella con la S maiuscola.

Il NewType viene presentato, neanche troppo tardivamente ma piuttosto in contrappunto con la presa di coscienza di Amuro ormai soldato fatto, come un vettore verso la comprensione reciproca e totale per l'umanità. Una speranza di pace, un raggio di Luce che si palesa al genere umano mentre esso é impegnato nel più distruttivo conflitto fratricida della storia. Qualcosa che va ben oltre la fiducia nelle generazioni che verranno: é la prova divina e tangibile che l'uomo può davvero affrancarsi dalla sua genesi bestiale. E cose ne fa, l'uomo, di questi Nuovi Messia?
Piloti migliori! Assassini più efficaci!

La bestialità umana riesce ancora una volta a storpiare i segni di dio (quale che sia) e adattarli alle sue necessità impellenti, trasformando i Santi in Sicari.

L'esempio a mio parere più riuscito e bilanciato del celebre Pessimismo Tominiano.

Il Dettaglio che rende Gundam davvero grande ed eterno, a dispetto dei molti altri Real Robot venuti dopo di esso e meglio progettati grazie al senno di poi.
« Ultima modifica: 27 Dicembre 2012, 14:01:59 da Bright » Loggato

lcae8
Capitano
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 1328




Nuovo messaggio
« Risposta #4 il: 27 Dicembre 2012, 14:15:40 »

A vostro parere era proprio necessario introdurre nella prima serie di Gundam il concetto di newtype o la trama si sarebbe potuta evolvere egregiamente anche senza?

No, anzi... e con le successive Z e ZZ sono andati troppo oltre con i Newtype wink

Infatti. TUTTI gli anime hanno come protagonisti personaggi fino al massimo ventenni. Gli unici adulti li si ritrova come comprimari.

e Aran Benjo (Daitarn) Actarus (Goldrake) Tetsuya (Mazinga) il trio Getter (Getter Robot) e Arin (Danguard)?
diciamo che essendo destinato al pubblico preadolescente era più facile metterci ragazzini protagonisti anche se non necessario
Loggato

Odo l'uomo del giappone che mi dice: ufo robot ufo robot
ftraoibb
Tenente Secondo Grado
*
Offline Offline

Posts: 764




Nuovo messaggio
« Risposta #5 il: 27 Dicembre 2012, 16:12:27 »

In Gundam i protagonisti sono giovani, coscritti e mandati al fronte come diversivo (nerl caso migliore) o addirittura cavie, che man mano che la storia prosegue si adattano con orribile velocità al nuovo status quo delle loro vite. Ma Gundam va oltre l'orrore dei giovani in guerra, peraltro già raccontato molte volte prima di quel fondamentale 1979.

.....
Gundam va ad intaccare perfino la Speranza, quella con la S maiuscola.

Il NewType viene presentato, neanche troppo tardivamente ma piuttosto in contrappunto con la presa di coscienza di Amuro ormai soldato fatto, come un vettore verso la comprensione reciproca e totale per l'umanità. Una speranza di pace, un raggio di Luce che si palesa al genere umano mentre esso é impegnato nel più distruttivo conflitto fratricida della storia. Qualcosa che va ben oltre la fiducia nelle generazioni che verranno: é la prova divina e tangibile che l'uomo può davvero affrancarsi dalla sua genesi bestiale. E cose ne fa, l'uomo, di questi Nuovi Messia?
Piloti migliori! Assassini più efficaci!

La bestialità umana riesce ancora una volta a storpiare i segni di dio (quale che sia) e adattarli alle sue necessità impellenti, trasformando i Santi in Sicari.

L'esempio a mio parere più riuscito e bilanciato del celebre Pessimismo Tominiano.


... è proprio per questo che a me, come "prova del nove" , se proprio dovessi ridurre MSG a una frase sola che mai dimenticherò, non posso che far riferimento a Kai sull'ascensore verso l'inferno di A Baoa Ku. Lui, con il suo stile pungente, risponde ad Amuro e Seyla: "per quanto l'uomo possa fare, non potrà mai diventare Dio".. ed aggiungo, nel modo che hai descritto tu Bright, durante la guerra di un anno, non ha fatto altro che allontanarsene ancora di più, distruggendo oltre metà della pololazione umana in un mesetto...
Loggato
lcae8
Capitano
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 1328




Nuovo messaggio
« Risposta #6 il: 27 Dicembre 2012, 16:40:17 »

Ohi ma come siamo fiscali....!
Avevi scritto "tutti" in maiuscolo wink
Loggato

Odo l'uomo del giappone che mi dice: ufo robot ufo robot
minAela
Tenente Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 2919


Lord of Trolling :D



Nuovo messaggio
« Risposta #7 il: 27 Dicembre 2012, 16:40:22 »

Secondo me se ci si fa caso ogni serie di gundam ha soddisfatto le esigenze di quasi tutti i fan, tra 0079, seed , wing , 00 ecc ecc hanno coperto quasi tutte le ipotesi e combinazioni che hai elencato, devi solo scegliere la combinazione che più ti piace  Very Happy , poi per me il mondo è bello perchè è vario
Loggato

laFro
Colonnello
*
Offline Offline

Sesso: Femminile
Posts: 1948




Nuovo messaggio
« Risposta #8 il: 27 Dicembre 2012, 16:45:59 »

Non sono certo i soli NewTypes, insomma, a minarne la credibilità.

Non ne faccio una questione di verosimiglianza, metà delle cose che vediamo in un film sono divertenti appunto perché inverosimili, dagli inseguimenti con le auto alle esplosioni a Bond-James-Bond che si toglie la muta e sotto ha lo smoking (però, che classe il vecchio Connery!)

All'interno del mondo fittizio creato dall'autore vi deve essere però una certa coerenza per far sì che tutti gli elementi si fondano bene tra loro. L'introduzione e lo sviluppo esponenziale del poteri dei newtype è, come giustamente evidenziava RicPini,  un espediente per fare il prodotto più "fico", per richiamare il pubblico  Non dimentichiamo che gli anime sono prodotti e messi in onda puntata dopo puntata e questo dà modo agli sceneggiatori di adattare la trama alle aspettative degli spettatori anche a costo di smentire o rendere meno plausibili elementi già inseriti nella storia.
Sapendo che poteri extrasensoriali dimostreranno di avere i newtype, come si giustifica il fatto che Char e Sayla al primo incontro neppure si riconoscono? O che il super Newtype Camille ci metta quasi tutto lo Zeta a convincersi che Quattro-Tai è Char? O che Amuro abbia bisogno di investire quasi il cavallo di Char con l'auto per capire che sono sulla stessa colonia (CCA)? Poteri a singhiozzo?  Presenza non manifesta di kriptonite fuori scena?

Non sei eretica e per me ci hai azzeccato, la guerra di un anno è un evento di massa che inizia e termina senza che le doti newtype dei piloti abbiano particolare influenza sul suo andamento, il Gundam poi come dimostrato da 0080, 0083 e 8° Plotone MS è possibile anche (e forse meglio), senza newtype.

Non conosco 0080 e 0083 ma sono contenta che vi siano altre opere che confermano la mia teoria sulla inutilità dei newtype ai fini della trama
Loggato
githrB
Tenente Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 2587




Nuovo messaggio
« Risposta #9 il: 27 Dicembre 2012, 17:57:33 »

Non ne faccio una questione di verosimiglianza, metà delle cose che vediamo in un film sono divertenti appunto perché inverosimili, dagli inseguimenti con le auto alle esplosioni a Bond-James-Bond che si toglie la muta e sotto ha lo smoking (però, che classe il vecchio Connery!)

All'interno del mondo fittizio creato dall'autore vi deve essere però una certa coerenza per far sì che tutti gli elementi si fondano bene tra loro. L'introduzione e lo sviluppo esponenziale del poteri dei newtype è, come giustamente evidenziava RicPini,  un espediente per fare il prodotto più "fico", per richiamare il pubblico  Non dimentichiamo che gli anime sono prodotti e messi in onda puntata dopo puntata e questo dà modo agli sceneggiatori di adattare la trama alle aspettative degli spettatori anche a costo di smentire o rendere meno plausibili elementi già inseriti nella storia.
Sapendo che poteri extrasensoriali dimostreranno di avere i newtype, come si giustifica il fatto che Char e Sayla al primo incontro neppure si riconoscono? O che il super Newtype Camille ci metta quasi tutto lo Zeta a convincersi che Quattro-Tai è Char? O che Amuro abbia bisogno di investire quasi il cavallo di Char con l'auto per capire che sono sulla stessa colonia (CCA)? Poteri a singhiozzo?  Presenza non manifesta di kriptonite fuori scena?

Non conosco 0080 e 0083 ma sono contenta che vi siano altre opere che confermano la mia teoria sulla inutilità dei newtype ai fini della trama

Nel doppiaggio originale Char e Sayla si riconoscono subito, nonostante Sayla non abbia ancora sviluppato le sue facoltà. Inoltre, Char e Amuro si percepiscono eccome, a Sweetwater... probabilmente non al punto di riconoscersi, ma il punto della reale portata dei poteri non é stato mai chiarito, perché in effetti non serve.

Resto della mia idea: Gundam non vuole, o non voleva ai tempi, essere il primo anime realistico di robot, ma una seria e matura riflessione sull'autodistruttività umana. Per coprire questo concetto, si é reso necessario agire con una certa verosimiglianza (come fai a riflettere sulla guerra tra uomini se metti i soliti alieni invasori e mostri che vogliono per forza invadere il mondo cominciando da Tokio, ad esempio???), ma essa era un paletto necessario, non il vero scopo.

Insomma, a mio parere la tua prospettiva é capovolta rispetto all'intento dell'opera: Gundam non venne pensato verosimile, ma molto, molto filosofico. Per poter presentare certe idee si é però stati costretti alla verosimiglianza, che poi lo ha reso famoso, ma l'intento era altro e assai più nobile, secondo me. Realismo come mezzo per esporre un'opinione, non realismo come opinione, insomma. Cose che Tomino ha provato più volte prima e dopo Gundam, con Zambot ed Ideon, opere ancora più di rottura ma meno fortunate e forse anche meno meritevoli (ma notevoli comunque).

Per chi si é innamorato del realismo di Gundam sono usciti 0080 e 0083, ma Gundam é anche altro, e non mi meraviglia affatto che lo staff che realizzò 0083, alla sua seconda esperienza con Gundam, produsse 08th MS Team che pur spingendo sul realismo presenta anche alcuni NewType... risultando forse l'opera più matura e completa della saga.

Loggato

ruikHa
Tenente Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 2915




Nuovo messaggio
« Risposta #10 il: 27 Dicembre 2012, 18:09:21 »

Se non ricordo male, nella prima sigla di ZZ si parla esplicitamente della contrapposizione tra i "vecchi" che pensano alla guerra ed i "giovani" che sono la speranza del domani.
Loggato

"In Sayla We Trust"

"Sayla Mass! È per assicurarci che questo simbolo dell’Universo non sia più sconvolto che siamo nati!
Sayla Mass! È per restituire un vero potere nelle sue mani che sorgiamo noi, la Brigata di Sayla!"
githrB
Tenente Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 2587




Nuovo messaggio
« Risposta #11 il: 27 Dicembre 2012, 18:28:18 »

Infatti! Tra l'altro, il concetto dell'eroe "figo" in quanto dotato di superpoteri, se si esclude Hiroshi Shiba di Jeeg, é un topos MOOOOOOLTO più recente del primo Gundam!
Loggato

laFro
Colonnello
*
Offline Offline

Sesso: Femminile
Posts: 1948




Nuovo messaggio
« Risposta #12 il: 27 Dicembre 2012, 18:35:15 »

Nel doppiaggio originale Char e Sayla si riconoscono subito, nonostante Sayla non abbia ancora sviluppato le sue facoltà.
Ho provato a risentire l'audio originale. Char, che dovrebbe aver già sviluppato le doti di newtype , dice qualcosa tipo che "sembra sua sorella.... ma Artesia non è così forte". Sayla che non ha (pare) poteri newtype lo riconosce di botto dopo averlo visto per mezzo secondo senza maschera. Vabbé, Sayla è una donna quindi per natura più intuitiva di suo fratello   ciapet ma possibile che Char ci metta un buon numero di puntate a farsi una ragione che la tipa tosta con la pistola è sua sorella?! Alla faccia della empatia newtype!

Inoltre, Char e Amuro si percepiscono eccome, a Sweetwater... probabilmente non al punto di riconoscersi, ma il punto della reale portata dei poteri non é stato mai chiarito, perché in effetti non serve.
Sicuro che l'incontro non fosse nella colonia Londenion, colonia federale ?
E stai parlando di uno che dopo mez'ora riuscirà a spostare un asteroide con la forza della mente amplificata dal Nu Gundam. Avrebbe dovuto percepire Char prima ancora che la navetta avesse attraccato al porto spaziale. think
Loggato
lcae8
Capitano
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 1328




Nuovo messaggio
« Risposta #13 il: 27 Dicembre 2012, 18:47:37 »

X questo non mi è mai piaciuta l'idea del Newtype...

Non conosco 0080 e 0083 ma sono contenta che vi siano altre opere che confermano la mia teoria sulla inutilità dei newtype ai fini della trama

0083 è uscito tempo fa anche in italiano e, nonostante alcune pecche è un'ottima miniserie
mentre 0080 assieme a ms08th team (che in quest'ultimo i newtype vengono più che altro accennati, non mi sembra ci sìano manifestazioni) è ottima soprattutto perchè siamo in periodo natalizio (e chi l'ha vista sà il perchè) wink
Loggato

Odo l'uomo del giappone che mi dice: ufo robot ufo robot
ruikHa
Tenente Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 2915




Nuovo messaggio
« Risposta #14 il: 27 Dicembre 2012, 18:48:12 »

Ella non percepisce subito suo fratello perché donna, ma perché Divina (cerchiamo di imparare i fondamentali di Gundam, please!)!  rotfl1
Loggato

"In Sayla We Trust"

"Sayla Mass! È per assicurarci che questo simbolo dell’Universo non sia più sconvolto che siamo nati!
Sayla Mass! È per restituire un vero potere nelle sue mani che sorgiamo noi, la Brigata di Sayla!"
Pagine: [1] 2 3 ... 9   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!
Pagina creata in 0.159 secondi con 20 queries.