Gundam Universe Forum
24 Ottobre 2014, 09:42:47 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Hai perso la tua email di attivazione?

Login con username, password e lunghezza della sessione
News: Se vedete questo siete giunti al nuovo/vecchio Gundam Universe!
 
  Sito   Forum   Blog GundamPedia Help Ricerca Ext Gallery Login Registrati  
Pagine: [1] 2 3 4   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: [WIP] Jet Pilder Bandai Kit modificato  (Letto 3583 volte)
nnaconGnu
Tenente Primo Grado
*
Offline Offline

Posts: 898




Nuovo messaggio
« il: 25 Maggio 2011, 10:34:38 »

Visto che dei 3 forum che bazzico mancava solo questo...eccomi anche qui!


Copio e incollo un post messo nel NKGC forum per il mio nuovo WIP.... ringrazio i ragazzi di la per il loro format pre messaggi davvero utile.

Ovviamente il lavoro è quello che sto facendo io e non un altro utente.


WIP - Jet Pilder Bandai Kit (1998)






Titolo Completo: Jet Pilder Bandai modificato
Scala: indicativamente 1/32  - 1/35
Serie Prodotto: Mazinga Z dalla puntata 72 in poi
Produttore: BANDAI



Il modello è un vecchio Bandai Kit (1998) del Jet Pilder, ossia la navicella usata per guidare il Mazinga Z dalla puntata 72 in poi (in uso dalla puntata successiva alla distruzione dell' Hoover Pilder, la prima navicella di koji Kabuto).

Il kit è davvero fatto...male.... parti che non combaciano, pezzi fatti grossolanamente... daltronde è una riproduzione di un vecchio giocattolo degli anni 70 (la serie Popyonica) con le ruote sotto e i missili che si possono sparare.

Il Koji che ti danno dentro è una cosa inguardabile, ma spinto da un vecchio post (letto qui da voi se non ricordo male)dove un utente aveva sistemato il Brian Condor di Tetsuya (Pilota e navicella del Grande Mazinga per chi non lo sapesse) ho deciso di cimentarmi con una prova simile, ma con l'intento di renderlo il più possibile dettagliato.

Come potete vedere dalla foto 2 ho recuperato un vecchio ingranaggio elettrico e una scheda audio di pc bruciata e li ho usati per fare il fondo della navicella (mi sembra quantomeno impossibile che il fondo non sia coperto di circuiti e "spinotti" se poi si deve agganciare alla testa del Mazinga e comandarlo da li), poi ho provato a incidere le ali e i lati del Jet Pilder....
Purtroppo come si nota dalla foto 6 e 7 per le ali è andata miseramente, infatti le sto preparando per stuccarle e carteggiarle così da poterle far tornare lisce e inciderci, stavolta più leggermente (era la mia prima volta) solamente i flap.
Per l'incisione sui lati invece mi va bene così e penso la terrò.

per coprire i fori che servivano per i pulsanti dei missili sui jet/lanciamissili sotto le ali come vedete ho usato una strisciolina di plasticard.

Per Koji infine, in un secondo momento mi compererò un kit di modellini in 1/32 della Preiser totalmente nudi e ci stuccherò la tuta e il casco sopra (o almeno ci provo.... :laugh:)

Aspetto vostri consigli, soprattutto su come sistemare le incisioni sulle ali (pensavo a stucco grigio con acetone e poi carteggio) e su come far vedere a lavoro finito anche la parte sotto, nonostante il pilota voglia farlo in piedi fuori dal veivolo (pensavo a una basetta in vetro, voi che dite?)
Oltretutto mi piacerebbe far delle gambette di appoggio (a mo di piedini) usando i pulsanti che ovviamente non ci saranno nel modello finito, ma andrebbe contro quello che è il modello originale, cosa mi consigliate?




« Ultima modifica: 25 Maggio 2011, 10:59:40 da formatted_brain » Loggato
trdmneafioabtr_
Vice admin
Sergente
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 372




Nuovo messaggio
« Risposta #1 il: 25 Maggio 2011, 11:00:30 »

Scusa se ti ho modificato il post, ma la disposizione delle foto sminchiava il layout della pagina wink
Loggato

nI Bidol
Administrator
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 7031



WWW

Nuovo messaggio
« Risposta #2 il: 25 Maggio 2011, 11:56:40 »

Bellissima l'idea della scheda audio!!! rotfl1
Loggato



"Abel, il Tordo! Arthur, il Merlo! Lowell, il Fagiano! Georgie, la Passera!!!"
Neom
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 3990




Nuovo messaggio
« Risposta #3 il: 25 Maggio 2011, 12:02:10 »

....cosa mi consigliate?

Alzo le braccia... E mi inchino!!!  prostrato
Loggato
ciGeond
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 4226



WWW

Nuovo messaggio
« Risposta #4 il: 25 Maggio 2011, 17:37:05 »


spinotti? Circuti??

Ma quel cosa andava ancora a valvole!!!

XD
Loggato



Se riesci a leggere questo hai un ottima vista
nnaconGnu
Tenente Primo Grado
*
Offline Offline

Posts: 898




Nuovo messaggio
« Risposta #5 il: 25 Maggio 2011, 20:18:36 »

Scusa se ti ho modificato il post, ma la disposizione delle foto sminchiava il layout della pagina wink

non devi assolutamente scusarti Brain, anzi mi hai fatto un grosso favore perchè io non ci riuscivo e copiando il tuo tabulato l'ho messo giusto anche negli altri forum.

Alzo le braccia... E mi inchino!!!  prostrato

ahaha non esagerare, aspettiamo che sia finito e poi ne riparliamo, sai mai che fondo anche questo come il povero Guncannon?

E comunque non è certo il modello più ambizioso che ho in mente...anzi, ci sarebbe un'altra serie Nagaiana che mi attizza, ma dovrei costruire il tutto da zero perchè nella scala che voglio io non esistono...
Loggato
niiaShK-
Caporale
*
Offline Offline

Posts: 157



Nuovo messaggio
« Risposta #6 il: 25 Maggio 2011, 20:44:47 »


...cut...

Come potete vedere dalla foto 2 ho recuperato un vecchio ingranaggio elettrico e una scheda audio di pc bruciata e li ho usati per fare il fondo della navicella (mi sembra quantomeno impossibile che il fondo non sia coperto di circuiti e "spinotti" se poi si deve agganciare alla testa del Mazinga e comandarlo da li)

...cut...


Per l'ingranaggio elettrico (presumo vada a realizzare il fan che c'è sotto il Pilder) niente da eccepire.

Per la faccenda dei contatti, invece, parti da presupposti sbagliati: proprio per la loro importanza simili "spinotti" non possono essere a vista, ma debbano essere giocoforza protetti da pannelli corazzati che si aprono e lasciano fuoriuscire i "contatti" al momento del "Pilder On".

Se fossero a vista, pensa a che succederebbe in caso venissero colpiti da un attacco prima del "Pilder On": non sarebbe più possibile controllare Mazinger Z. La stessa operazione di aggancio potrebbe risultare impossibile. Ed il Pilder qualche (bel) colpo in volo durante la serie lo piglia, eh.

Senza considerare che il Jet Pilder non ha pattini/slitte/carrelli d'atterraggio, quindi quando a terra poggia direttamente sulla "pancia". E, se i contatti fuoriuscissero, sarebbero schiacciati/piegati/spaccati/spappolati dal peso stesso del Pilder.

Se vuoi fare una "modifica" un minimo realistica, secondo me ti converrebbe realizzare la pancia in un'unico pezzo di plasticard, ed inciderci i "pannelli" che proteggono i contatti d'aggancio tra il Pilder ed il Mazinger.
Loggato
nnaconGnu
Tenente Primo Grado
*
Offline Offline

Posts: 898




Nuovo messaggio
« Risposta #7 il: 25 Maggio 2011, 22:07:30 »

Ciao, Shin, grazie dell'ottimo commento innanzitutto.

Ti dirò, ci avevo pensato anche io alle tue varianti, però sono inattuabili per 2 motivi, 1 non c'è lo spazio in altezza per far entrare quei meccanismi (parlo del modellino, non del "vero" Jet pilder), 2 se nel vero jet pilder ci fossero questi pannelli, dove si ritirerebbero per mettere in connessione i contatti?

In effetti potrei fare una soluzione a metà. ossia girare la scheda e usarla dalla parte piatta, con tutte le saldature dei vari componenti in vista, così salverei capre e cavoli, sono pannelli di contatto ma danno l'idea di piatto e resistente..... resta un però....esteticamente sti bussolotti (a valvola come dice il buon Genocid..eheheh) rendono molto di più l'idea... vedrò come fare, ma mi sa che opterò per la variante piedini e bussolotti/valvola.
Loggato
Neom
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 3990




Nuovo messaggio
« Risposta #8 il: 25 Maggio 2011, 22:36:03 »

E comunque non è certo il modello più ambizioso che ho in mente...anzi, ci sarebbe un'altra serie Nagaiana che mi attizza, ma dovrei costruire il tutto da zero perchè nella scala che voglio io non esistono...

Non puoi stuzzicare così la curiosità delle persone!!! A cosa ti stai riferendo???
Loggato
nnaconGnu
Tenente Primo Grado
*
Offline Offline

Posts: 898




Nuovo messaggio
« Risposta #9 il: 25 Maggio 2011, 22:42:43 »

Bhe vista la grandezza (46 cm se 1/32, 30 cm se 1/48) ...la provenienza (Nagai) il plurale....direi che non c'è tanto da selezionare.... Resta comunque un sogno farli...per ora almeno.
Loggato
Neom
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 3990




Nuovo messaggio
« Risposta #10 il: 25 Maggio 2011, 23:00:09 »

Bhe vista la grandezza (46 cm se 1/32, 30 cm se 1/48) ...la provenienza (Nagai) il plurale....direi che non c'è tanto da selezionare.... Resta comunque un sogno farli...per ora almeno.

I 3 Getter Robot?
Loggato
niiaShK-
Caporale
*
Offline Offline

Posts: 157



Nuovo messaggio
« Risposta #11 il: 25 Maggio 2011, 23:16:52 »

Ciao, Shin, grazie dell'ottimo commento innanzitutto.

Ti dirò, ci avevo pensato anche io alle tue varianti, però sono inattuabili per 2 motivi, 1 non c'è lo spazio in altezza per far entrare quei meccanismi (parlo del modellino, non del "vero" Jet pilder), 2 se nel vero jet pilder ci fossero questi pannelli, dove si ritirerebbero per mettere in connessione i contatti?


1) Ma non dovresti fare i pannelli "realmente" apribili (quella da me presentata nel mio precedente post era una ipotesi su come dovrebbero/potrebbero funzionare in una ipotesi "realistica"): dovresti realizzare solo la superficie inferiore da un'unico pannello di plasticard/balsa/lamierino/cartoncino/quelchevuoi, lasciando perdere la scheda con tutti i componenti (che, tra l'altro, poco somiglierebbero a "veri" connettori per i controlli del Mazinger: quelli "veri" rassomiglierebbero più a spinotti RCA o, al limite, ai cavi di collegamento VGA, HDMI, DV-I, etc. O, al limite, a connettori coassiali (http://it.wikipedia.org/wiki/Cavo_coassiale) o a boccole BNC (http://it.wikipedia.org/wiki/Connettore_BNC, solo con più terminali invece di uno solo).
I pannelli semplicemente li incideresti sulla superficie della pancia in maniera simile a quello che hai già fatto/farai sulle ali.

2) Ipoteticamente parlando, ci sono due soluzioni possibili:
a) si aprono a mò di carrello d'aereo e rientrano nella pancia del Pilder, mentre i connettori fuoriuscirebbero dalla pancia del Pilder solo in un secondo momento
b) come dei pannelli segreti, rientrerebbero leggermente nella pancia del Pilder per poi scorrere lungo la loro lunghezza (tipo gli sportelli di una Peugeot 1007, per intendersi), lasciando un vano dal quale, poi, scenderebbero i contatti.

In effetti potrei fare una soluzione a metà. ossia girare la scheda e usarla dalla parte piatta, con tutte le saldature dei vari componenti in vista, così salverei capre e cavoli, sono pannelli di contatto ma danno l'idea di piatto e resistente..... resta un però....esteticamente sti bussolotti (a valvola come dice il buon Genocid..eheheh) rendono molto di più l'idea... vedrò come fare, ma mi sa che opterò per la variante piedini e bussolotti/valvola.


Comuqnue, tanto per fare il precisino cagac@771, quei "bussolotti" sarebbero condensatori elettrolitici (quindi occhio, che se si rompono possono perdere un poco di acido: niente di che, però ti possono macchiare/rovinare verstiti/mobili/altri modellini), mentre quella specie di "pillola" metallica, sempre che l'abbia riconosciuta bene, dovrebbe essere un quarzo (innocuo).


I 3 Getter Robot?



In quelle scale dovrebbero risultare modelli ben più grandi: se fossero reali parla di realizzare modellini di "aggeggi" alti sui 14-15 metri (sulla dimensione di Jeeg, anche se lui è alto solo 11 metri), mentre i Getter Robot sono (rispettivamente Getter 1,2 e 3): 38, 38 e 20 metri.
« Ultima modifica: 25 Maggio 2011, 23:26:05 da Shin-Kai » Loggato
nnaconGnu
Tenente Primo Grado
*
Offline Offline

Posts: 898




Nuovo messaggio
« Risposta #12 il: 26 Maggio 2011, 00:04:10 »

Si la serie del getter robot, ben inteso le 3 navicelle, l'Eagle, il Jaguar e il Bear della prima serie, se prendi questi sono navicelle di 15 mt e li fai in 1/32 ti risulterà circa 46 cm, mentre in una più maneggievole 1/48 sarebbe sui 30 cm, così potrò anche trovare dei modellini umani adatti a essere stuccati e farli diventare i piloti se mai li farò opterò per questa scala probailmente.

continuo a pensare che la soluzione migliore sia la scheda che ho già tagliato ribaltata esteticamente (domani farò una foto casomai) è preforata e piena di puntini saldatura che simulano bene, o così o levo i cilindri e uso il lato fotografato con solo i chip e degli spessori fatti a doc....vedrò come fare, ma resto della mia idea di non fare i pannelli ma usare questa, sorry.
Loggato
Neom
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 3990




Nuovo messaggio
« Risposta #13 il: 26 Maggio 2011, 12:57:42 »

Tutto molto entusiaamante Gucannon!
Spero continuerai a postare le foto mano a mano che la costruzione del Jet Pilder andrà avanti, e allo stesso modo spero che avremo modo di vedere le navette dei Jetter Robot! tantisorrisi
Loggato
nnaconGnu
Tenente Primo Grado
*
Offline Offline

Posts: 898




Nuovo messaggio
« Risposta #14 il: 30 Maggio 2011, 22:35:32 »

Altra turnata di foto e richiesta di consigli.

Se uno guarda il video originale della puntata 71 quando spiegano il nuovo Jet pilder:

MAZINGA Z - 71 - Un nuovo aliante per Mazinga Z (sub ita) 1di2


dal minuto 0.40 in poi parte la spiegazione del dottor Yumi sul Jet Pilder...ora a parte la fisica discutibile di ali che spariscono e riappaiono magicamente   Rolling Eyes direi che è interessante come hanno immaginato il dietro del Pilder, ossia con 4 reattori, e soprattutto come hanno immaginato i fanali sul muso davanti della navicella, compreso il discorso dei raggi Laser....

eccovi le foto del modello WIP...



In sostanza i fori indicati con la freccia viola, semplicemente non esistono, mentre dovrebbero esserci gli spara laser nei tondi indicati dalla freccia verde...(foto 1)

Io smontando una lampada a 3 led ho trovato questi 3 che potrei lavorare per separarli dalla basetta....c'è un problema però, mentre potrei benissimo usarne uno per fare il fanale centrale (che ci sta a pelo) gli altri 2 (foto 3 e 4) dovrebbero infilarsi negli spazi deicati ai laser....peccato che non c'è proprio spazio per farli stare... Qualcuno sa se esistono led più piccoli in commercio e che si possono attaccare in serie a questi?

Quindi la domanda è?

1) Tappo i 2 buchi, me ne frego dei led, li chiudo con plasticard e stucco (al massimo studio un modo per attaccare solo quello centrale e gli altri li uso nell'abitacolo oppure sotto a mo di segnalatore), oppure uso i fori già esistenti e sposto in giù gli spara laggi laser?

Tra l'altro i led funzionerebbero con 3 pile ministilo, se io uso come vorrei 3 pile LR44, queste hanno lo spunto necessario per farli andare poi?

2) mi conviene raccattare altri 2 coni (parti di penna) come quelli che uso per i jet metterli in quella specie di "dissipatore" grigio che il pilder ha dietro? o lo faccio così com'è? O magari coloro di rosso i led, e li suo dentro i 2 coni come luce rossa del fuoco?

Aspetto consigli e magari dritte da chi ha più mano nell'elettronica.
Loggato
Pagine: [1] 2 3 4   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!
Pagina creata in 0.177 secondi con 20 queries.