Gundam Universe Forum
31 Gennaio 2023, 15:24:50 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.

Login con username, password e lunghezza della sessione
 
  Sito   Forum   Blog GundamPedia Help Ricerca Ext Gallery Login Registrati  
Pagine: [1]   Vai Giù
  Stampa  
Autore Topic: Cosmic Era: un'introduzione  (Letto 28589 volte)
Disber
Moderatori
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 16589



WWW

Nuovo messaggio
« il: 11 Novembre 2006, 13:46:19 »

Riprendo alcuni post dal vecchio forum..sono forum "tecnici" per così dire...utili per chi si avvicina alla Cosmic era..la cronologia,l'intervista di Fukuda etc..inizierò riportando della cosmic Era che ho realizzato traendola dal sito ufficiale americano...devo ricordare che la cronologia è incompleta..al momento non sono disponibili dati in inglese riguardanti:

A) Gundam seed destiny ( è appena iniziata l'implementazione)

B) Gundam Astray..le Side storie ufficiali della Cosmic Era che contengono vari element utili a comprendere la realtà della Cosmic era ed alcuni eventi degli Anime

C) Stargazer.

 A suo tempo cercherò di integrarla...

 Il post è ovviamente aperto a contributi ma forse è opportuno che eventuali note,domande,idee..siano immessi in post a se stanti.

_Parte I...dalla vecchia Era..alla Spedizione Glenn
________________________________________________________
 Questa introduzione è stata creata da me Domenico Vescio alias Debris alias ventonero2002 per il sito gundamuniverse.it chi volesse utilizzarne parte oppure integralmente in modo pubblico ( sia per pubblicarla nella rete che per pubblicarla altrove) è vivamente pregato di citare il mio nome ( o il nick nameDebris) e l'indicazione di Gundamuniverse.it come fonte dell'opera.


Il materiale si intende protetto dalle regole e dalla disciplina della creative common license:

http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.5/

Mi scuso per eventuali errori grammaticali.


 Io,Mayu,mamma,papà,siamo tutti Coordinator ma siamo tutti perfettamente normali.
Non siamo dei mostri da confinare,eppure vi sono delle persone che lo pensano.


Shinn Azuka. Gundam seed Destiny, Phase 21 ( Past)


 Nell’anno 71 dell’Era Cosmica l’umanità è squassata da una Guerra fratricida nella quale sembrano essersi risvegliati i fantasmi che condussero alla fine della vecchia era.


 La Vecchia Era terminò in una serie di violentissime guerre,nelle quali la lotta per le sempre più scarse risorse naturali,le rivalità geopolitiche delle grandi ed piccole nazioni della Terra,i cui confini le guerre andavano rimodellando e sfigurando,si erano mescolati formano un nodo inestricabile con odi etnici,religiosi; il fanatismo di pochi era stato esaltato come la nuova verità,il Bene ed il Male avevano assunto un corpo ed un volto,un corpo da distruggere un volto da odiare.

 L’ultima fase di queste lotte,la cosiddetta Guerra della Ricostruzione,portò il mondo sull’orlo dell’abisso della guerra nucleare ed biologica..

Un breve ma violento scontro nucleare nei territori asiatici del Kashmir, il dilagare dell’indomabile epidemia di influenza di Tipo S che mieteva vittime in ogni stato, risvegliarono l’umanità dalla sua follia.

Le coscienze più attente si mobilitarono per chiedere,ed ottenere prima una tregua degli scontri quindi per affermare la logica della pace in nome della stessa sopravvivenza dell’umanità,contro le ragioni di una guerra che appariva oramai senza alcun scopo.

L’umanità vide l’abisso senza fondo nel quale stava per precipitare, se ne ritrasse.

 Le Nazioni Unite,andando incontro ai desideri di larga parte delle popolazioni,con l’accordo dei capi delle grandi religioni, delle nazioni più sviluppate, per sancire questo mutamento della politica mondiale,la sua importanza nella storia dell’Umanità,rammentare ai posteri quanto vicini si era andati alla fine, riaffermare la fiducia nel futuro,decisero di tracciare una vera ed propria linea di demarcazione temporale,realizzando ed mettendo in vigore un nuovo calendario che,forse pomposamente,fu chiamato calendario dell’Era Cosmica.

La nuova era fu dichiarata in quello che fu poi indicato come anno Nono dell’era cosmica.

 La nuova era che si apriva era carica di sogni,speranze,di nuove sfide,l’augurio comune fù quello che ,l’umanità se non in fratellanza le avrebbe affrontato in concordia.

 Fra le grandi sfide che la nuova era portava con se ve ne era una che attirò l’attenzione delle grandi nazioni , degli spiriti più attivi: il rilancio dell’esplorazione dello spazio e,soprattutto,la colonizzazione, lo sfruttamento industriale, commerciale dello spazio.

Furono riesumati i grandi progetti per la costruzione di colonie in orbita attorno alla terra e sulla Luna.

Il nucleo della colonizzazione spaziale venne rappresentato dalla grande base spaziale di Yggdrasil,situata nel punto di Lagrange N.l.

La costruzione della base spaziale, interrotta dallo scoppio della guerra della Ricostruzione, venne ripresa proprio dall’anno 9 E.C. ed i lavori conclusi appena due anni dopo,nell’11 dell’E.C; l’anno successivo,il 12 E.C,. ed si conclusero i lavori per la costruzione del nucleo della città Lunare di Copernicus.

Yggdrasil ed Copernicus rappresentarono la piattaforma per lo sviluppo ed la creazione delle nuove installazioni  nello spazio.
.
Un secondo impulso alla colonizzazione si ebbe nell’anno 17 E.C quando venne costruito il primo grande Mass Driver sulla Terra,a Panama.

I mass driver erano grandi acceleratori magnetici che permettevano di lanciar grandi carichi nello spazio a costi molto ridotti,rappresentarono per quanto di numero molto ridotto,ne furono costruiti in totale 4,un’importante passo in avanti nella storia della colonizzazione dello spazio.

Nota) Furono costruiti altri tre mass driver oltre quello di Panama, nella base di Habilis in africa; nell’isola di Taiwan a Kaohsiung ed infine l’ultimo fu creato dallo stato neutrale di Orb,nell’isola di Kaguya per rendersi autonomo rispetto alle grandi nazioni terrestri.



Sponsor principali della nuova ondata di esplorazione ed colonizzazione dello spazio furono le tre maggiori nazioni della terra,l’Alleanza Atlantica,l’Unione Eurasiatica,ed la repubblica d’Asia. In questa sfida le tre nazioni profusero molte energie consapevoli delle grandi possibilità economiche e sociali che queste colonie aprivano.

 Le colonie potevano rappresentare valvola di sfogo per le popolazioni, base per lo sfruttamento delle risorse minerarie asteroidali,oltre che per istallare grandi industrie manifatturiere.

 Fin dall’inizio venne applicata, dalle tre nazioni più importanti, una politica che cercava di garantire loro il monopolio dei commerci con le isole spaziali,escludendo,di fatto,le nazioni meno sviluppate,in particolare l’Unione sudamericana e la Unione d’Oceania da questa importante possibilità di sviluppo. Una posizione a se stante ebbe il piccolo stato di Orb,che riuscì in pochi decenni a sviluppare una propria politica verso le colonie spaziali,fino a costruire un proprio mass driver,diventando un’enclave piccola ma molto sviluppata.

La politica miope delle tre grandi Potenze non teneva conto della storia dell’umanità non prendeva in considerazione le forti limitazioni che poneva allo sviluppo della colonizzazione spaziale stessa e finì,nel lungo periodo, per creare nuove tensioni politiche...( ed essere in buona misura e sostanza la causa della guerra nell'anno 71 )

Malgrado questi limiti i primi decenni dell’era Cosmica rappresentarono un momento di pace ed di progresso sociale di tutta l’umanità.

Le ferite della guerra furono risanate in gran parte,l’economia fu rimessa in moto grazie anche all’impulso della colonizzazione dello spazio sia per i grandi investimenti profusi che per i buoni risultati ottenuti nello sfruttamento delle risorse minerarie dello spazio.

Si ritenne che davvero l’umanità potesse aver trovato una nuova frontiera.

Una nuova frontiera che,come l’antica aveva i suoi esploratori,i suoi eroi.

Un ruolo di primo piano nell’esplorazione dello spazio venne assunto dalla Alleanza atlantica attraverso la Federal Aeronautics and Space Administration (FASA).


 Le avanguardie di scienziati-esploratori che aprivano le nuove rotte dell’esplorazione spaziale rappresentarono gli eroi di questa nuova era

Le loro imprese riempivano le pagine di giornali,i mille canali televisivi,accendevano la fantasia ed attiravano l’attenzione dell’opinione pubblica.

Il lancio,nell’anno 15 della Era Cosmica della nave spaziale Tsiolkovsky, con a bordo uno dei più noti scienziati-esploratori ,George Glenn, verso le Lune di Giove rappresentò un’evento mediatico di grandissima importanza…


Nota tecnica) la Tsiolkovsky, è così battezzata in onore di uno dei grandi pionieri dell’esplorazione dello spazio,il genio visionario russo

http://www.torinoscienza.it/personaggi/apri?obj_id=317

Una missione importante in se,aprire una rotta verso Giove significava aprire la possibilità di sfruttare le grandi fasce asteroidale , la possibilità di pensare allo sfruttamento delle immense risorse di elio del gigante del sistema solare,ma che si caricava di significati particolari per la presenza di George Glenn che,per il suo genio ed le sue imprese,rappresentava agli occhi di molti l’uomo della nuova era.


Quanto accadde entrò davvero nei libri della storia ma per motivi ben diversi da quelli che coloro i quali osservavano il lancio della nave potevano immaginare
Loggato

Dio è ovunque ed ha mille nomi, ma non c'è foglia d'erba che non lo riconosca. Siam venuti assieme sulla terra, perchè non spartirne gioie e dolori? Un saggio Sufi.
http://www.gundamuniverse.it/blog/
Disber
Moderatori
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 16589



WWW

Nuovo messaggio
« Risposta #1 il: 11 Novembre 2006, 13:50:00 »

Parte 2 ...George Glenn


La Storia di George Glenn

Prometeo.
Narra il mito che il Titano prometeo avendo pietà degli uomini rubò il fuoco,sacro agli dei,a Vulcano e portò agli uomini la luce e il calore,la civiltà…gli uomini però forgiarono le spade di ferro e bruciarono le foreste sacre,per questo Zeus ordinò che Prometeo fosse incatenato alla rupe in balia delle aquile.



George Glenn all’epoca del lancio verso Giove,era un giovane uomo molto famoso.

 Nato durante la vecchia era ( viene indicata come data C.E. -16 4-1 io lo interpreterei nel senso di 16 anni prima dell’anno zero della Era cosmica,che però è proclamata ufficialmente nel nove.ma il mese? Aprile giorno 1 od il 4 gennaio? Da rivedere) nell’Alleanza Atlantica,rivelò fin da giovanissimo grandi doti intellettuali,fisiche,a soli 20 anni fu indicato come un possibile premio nobel ( se non addirittura dicono che lo abbia vinto,nominated ) partecipò alle ultime giornate della Guerra della ricostruzione,dimostrando abilità di pilota non comuni che,qualche anno dopo,lo portarono ad accettare la sfida dello spazio entrando nei ranchi della F.A.S.A.

Lo spazio divenne la sua nuova casa le sue capacità,i suoi successi,lo fecero diventare una celebrità nell’esclusivo mondo degli esploratori spaziali.

Non stupì nessuno che il primo tentativo di inviare una nave verso le lune gioviane venisse affidato proprio a lui a George Glenn.

Pochissime dei milioni di persone che osservavano il lancio della nave conoscevano il segreto che George Glenn nascondeva nella sua vita.

Il Segreto.

Nella vecchia Era la genetica era stata una delle scienze che si erano maggiormente sviluppate,aveva prodotto cure per le malattie ereditarie,nuove medicine,anche nuovi esseri viventi,piante,animali, armi.
L’influenza di Tipo S era probabilmente una di queste armi,uno spirito malefico sfuggito al controllo di qualche scienziato in qualche laboratorio,diceva la voce popolare…..

Gorge Glenn era uno dei frutti di questi esperimenti per creare nuove armi.

Egli era nato nell’ambito di un programma sperimentale segreto volto alla creazione di un’essere umano superiore;un’essere umano più forte, resistente, intelligente,con riflessi accelerati, immune alla maggior parte delle malattie che colpivano gli uomini….normali od come poi saranno chiamati Naturals.

L’esperimento, tentato altre volte, comportava una profonda modifica dei geni dell’embrione umano era sempre fallito generando dei mostri dalla vita breve ma in George Glenn aveva trovato una sua formidabile realizzazione. Pochissimi conoscevano questo segreto.

Solo nello spazio interplanetario ma sotto l’attenzione costante ed continua dei mass media Gorge Glenn maturò una decisione,non si sa se improvvisa o decisa in anticipo,che cambiò il suo futuro ed la storia umana.

Mentre volava verso Giove effettuò una dichiarazione pubblica ( che fù chiamata poi la Confessione di Glenn) nella quale rivelò il segreto della sua nascita,le differenze fra lui ed gli altri esseri umani normali,i Naturals non geneticamente potenziati,ed soprattutto rivelò all’opinione pubblica il protocollo segreto che aveva portato alla sua creazione.

Usando quel protocollo qualsiasi laboratorio genetico poteva creare degli esseri umani potenziati,una nuova umanità che Glenn battezzò come Coordinator…

Nei pochi minuti della trasmissione Glenn trasformò la storia dell’Umanità intera.



Come Prometeo portando il fuoco rubato agli dei del cielo aveva aperto una nuova era all’umanità così Glenn con le sue dichiarazioni metteva nelle mani degli uomini ed delle donne un nuovo futuro per loro ed per i loro figli.

Tale fù la risonanza della dichiarazione che i successivi eventi della spedizione di Glenn passarono del tutto in secondo piano.

George Glenn non solo riuscì ad raggiungere Giove,aprendo una via all’esplorazione del sistema delle sue lune,ma,per una fortunatissima coincidenza,effettuò un scoperta incredibile: nelle vicinanze di Europa scoprì un’asteroide con i fossili di quello che,apparentemente,sembrava un’essere alieno,un’antico gigante che aveva navigato in chissà quale mare di quale sconosciuto pianeta,oramai scomparso.
Era l’anno 22 dell’era Cosmica….


Un’evento importantissimo per l’umanità ma che fù quasi ignorato dalla massa della popolazione,ad alcuni,sembrò essere,in realtà,il presagio delle sorti dell’umanità Naturals…un’arcaico fossile che sarebbe stato ben presto soppiantato dai Coordinator.

Nell’anno 29 George Glenn,per invito della FASA, ritornò nello spazio terrestre,trovando un’umanità completamente cambiata,stravolta proprio da quelle sue rivelazioni.

Prometeo aveva si portato il fuoco ed la civiltà all’umanità,ma il fuoco era stato usato anche per forgiare le armi di ferro,ed bruciare le foreste sacre.

Glenn si trovò di fronte un’umanità profondamente lacerata
Loggato

Dio è ovunque ed ha mille nomi, ma non c'è foglia d'erba che non lo riconosca. Siam venuti assieme sulla terra, perchè non spartirne gioie e dolori? Un saggio Sufi.
http://www.gundamuniverse.it/blog/
Disber
Moderatori
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 16589



WWW

Nuovo messaggio
« Risposta #2 il: 11 Novembre 2006, 13:53:03 »

Parte III ...il vaso di Pandora


Dalla Confessione di Glenn al 30 E.C.

I governi della terra non erano riusciti,a far fronte in modo pragmatico e chiaro alla situazione provocata dalla dichiarazione di Glenn.
Un divieto generale di applicazione del protocollo stabilito nel 16 E.C aveva avuto un solo effetto: limitare l’accesso alla tecnologia ai soli ceti sociali più ricchi,che potevano ottenere il trattamento dai vari laboratori che,in segreto,per sete di denaro od convinzione continuarono ad applicare il protocollo in ogni parte del mondo,dello spazio.

Mentre i capi di stato,di governo,delle grandi confessioni religiose,gli scienziati discutevano, miriadi di uomini ed donne avevano preso una decisione per se , per i propri figli.

Un’intera nuova generazione di bambini era nata nel segreto dei laboratori ed delle loro famiglie,bambini di ogni etnia,di ogni colore,ma tutti coordinator più forti,più abili,più intelligenti ed resistenti alle malattie proprio come George Glenn,l’eroe che tornava da Giove trainando il suo antico pesce alieno.

Erano quei bambini per molti la concretizzazione di un sogno,una speranza per il futuro,per molti altri l’annuncio di una possibile apocalisse per l’umanità Natural che sarebbe stata distrutta,od schiavizzata da quei mostri.


Molte voci si erano alzate contro l’applicazione dei protocolli di modificazione genetica, ad difesa della purezza dell’umanità,voci di leader mondiali di gente comune,di scienziati ed capi religiosi,perplessi ed confusi di fronte a quella straordinaria offerta ai suoi pericoli.

Nel vuoto di una risposta dei governi del mondo i dubbi,i timori che le parole di Glen avevano suscitato, furono ripresi,amplificati da gruppi ed organizzazioni radicali,dei quali la più nota fu quella dei Blue Cosmos.

Questi gruppi in nome della purezza della razza umana Natural,della sua sopravvivenza, minacciata dall’avvento dei Coordinator, dei mostri come li definirono immediatamente, iniziarono una campagna di opposizione politica ed sociale per imporre norme che vietassero l’applicazione del protocollo Glenn; istllare l’odio nella popolazione; e in segreto molti di questi gruppi ,lanciarono una campagna terroristica contro gli scienziati che applicavano i protocolli e,in seguito, contro gli stessi Coordinator ed le loro famiglie ed i loro sostenitori.

Una campagna del terrore che i governi della terra,divisi ed perplessi tardarono molto a reprimere e che,in effetti non riuscirono mai a domare. Forse non vollero.Così come non poterono impedire la nascita di migliaia di coordinator,sulla terra e nello spazio,nel segreto delle cliniche e delle famiglie sempre esposte ai pericoli dei terroristi.Cstretti a vivere nella paura e nell’umiliazione.

Solo nel 30 E.C. una dura presa di posizione di una conferenza di autorità religiose e politiche sancì una prima ed forte opposizione civile alle attività politiche e terroristiche delle organizzazioni anti coordinator stabilendo il principio che una convivenza pacifica fra coordinator ed naturals era ben possibile,auspicabile.
Da questa dichiarazione iniziò un breve periodo di serenità che portò a un’aumento esponenziale della popolazione dei coordintor.

( Esattamente: The world's religious authorities gather at the Palestine Conference, but are unable to reach any conclusions, and their influence begins to wane. Tolerance for Coordinators spreads throughout the world, and the first Coordinator boom begins.)
Loggato

Dio è ovunque ed ha mille nomi, ma non c'è foglia d'erba che non lo riconosca. Siam venuti assieme sulla terra, perchè non spartirne gioie e dolori? Un saggio Sufi.
http://www.gundamuniverse.it/blog/
Disber
Moderatori
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 16589



WWW

Nuovo messaggio
« Risposta #3 il: 11 Novembre 2006, 13:59:16 »

Parte IV...Exodus

Le Plant.

George Glenn non tornò più sulla terra. Si ritirò nella colonia Zodiac,situata nel punto 5 di Lagrange.

Zodiac era la sede del più importante gruppo di laboratori scientifici dello spazio, la presenza di Glenn ne rafforzò il ruolo di primo centro per lo sviluppo dell’esplorazione e della colonizzazione spaziale.

Simbolicamente Glenn regalò a Zodiac ,l’antico fossile extraterrestre,che si era trascinato da Giove fin sulla terra.Evidence 1.

Su Zodiac Gorge Glenn passò il resto della sua della sua vita regalando all’umanità l’ultimo dei suoi doni: le PLANT.

Le Plant rappresentavano non una semplice rielaborazione delle colonie spaziali preesistenti i ma un progetto completamente nuovo,rispetto alle precedenti istallazioni.spaziali e se anche la loro sigla rimandava all’idea di istallazioni da usare come centri di ricerca e produzione di manufatti (avevano una estensione e una capacità di sfruttare l’energia del sole mai sognata dalle prime colonie spaziali ) la loro configurazione le rendeva delle vere e proprie arche spaziali ognuna delle quali capaci di ospitare, centinaia di migliaia di persone, ( Junius 7 ospitava qualcosa come 250 mila persone ) aprivano un capitolo interamente nuovo della storia umana nel cosmo.


Un’opportunità unica.

La costruzione delle Plant ,la prima,chiamata Aprilius City venne completata nel 44 E.C ,generò una nuova ondata emigratoria dalla terra e dalle altre colonie spaziali,molte delle quali furono abbandonate
al proprio destino.

A causa degli eventi avvenuti sulla Terra questa migrazione assunse caratteristiche peculiari essendo costituita in gran parte da Coordinator.


Il Terrore Continua. 40-50 E.C

Dopo la battuta di arresto del 30 E.c. le organizzazioni anticoordinator avevano limitato le loro attività terroristiche concentrandosi,però, su una campagna volta a influenzare la politica dei governi,ed a istigare la popolazione “Naturals” contro i Coordinator. facendo leva sulle ansie ed le preoccupazioni che in molti nutrivano nei riguardi del futuro dei propri figli non evoluti geneticamente sia per scelta etica sia,troppo spesso,per mancanza di denaro.


Il carattere segreto assunto dalle nascite dei Coordinator contribuì a rafforzare l’azione di questi gruppi.


Nessuno sapeva quanti fossero,chi fossero,cosa facessero,i Coordinator,isi creavano leggende,…chi era il cantante di successo che si ascoltava alla radio? Chi era veramente il grazioso figlio della vicina così bravo a scuola? Chi era quella giovane donna così abile negli sport? Chi era quel collega così bravo?

Un veleno sottile venne iniettato nella coscienze della popolazione.

La situazione cambiò drasticamente dal 40 E.C. in poi.

I matrimoni della prima generazione dei Coordinator con dei Natural dimostrarono che erano ben possibile la trasmissione delle modifiche genetiche da una generazione all’altra.

Questo rappresentava per i gruppi anti coordinator un segnale preciso
.Dovevano agire al più presto.prima che fosse troppo tardi.

L’ondata terroristica riprese nei confronti della popolazione di Coordinator attraverso delle esecuzioni pubbliche di persone, indicate come Coordinator .

Queste uccisioni crearono vasta eco sia nell’opinione pubblica Naturals che in quella Coordinator.

Non sfuggì a molti osservatori l’inettitudine della maggior parte dei governi a reprimere ed perseguire queste azioni.

L’ambiguità dele reazioni di un’opinione pubblica perplessa e confusa che da un lato condannava gli attentati dall’altra si chiedeva se veramente gli uccisi fossero Coordinator….i misteriosi nuovi esseri umani su cui infinite voci correvano

Solo in pochissimi stati,fra cui l’Unione di Orb,e i territori e le colonie spaziali che controllava  ) in questi territori  i Coordinator e i Natural convivevano apertamente,per una precisa scelta politica di Uzumi Nara Athha,il Delegato dell’Unione di Orb che dal 58 E.C che  aveva scelto la via della convivenza pacifica garantendo pieni diritti ai Coordinator.)

Il timore di attentati terroristici,la consapevolezza dell’esistenza di forti pregiudizi verso i Coordinator,il grande interesse suscitato dalla creazione delle Plant, spinse inevitabilmente molti Coordinator, a spostarsi nello spazio.Verso le Plant,

La nuova ondata di coloni spaziali che si riversò nelle Plant,contribuendo in modo decisivo, al loro sviluppo, fù costituita soprattutto da Coordinator,dalle loro famiglie,dai simpatizzanti della causa dei Coordinator…

La costruzione della prima Plant terminò nel 44 E.C. successivamente furono costruite decine di altre Plant, poco prima dello scoppio della guerra si contavano ben 120 Plant,raggruppati in 12 settori,o Città come si usava definirle. Ogni città era costituita da dieci Plant ( indicate con il nome del 1 insediamento più un numero progressivo) ,e ciascuna con proprie specializzazioni scientifiche e industriali.

Le fragili arche dello spazio ospitavano un’enorme comunità umana ( Junius 7 da solo aveva 247 mila abitanti) in gran parte formata da Coordinator e loro famiglie.

Nell’immaginario collettivo dela popolazione Natural e Coordinator le grandi Plant,immense arche dello spazio, iniziarono ad essere considerate come la “patria” dei Coordinator.la loro vera casa,l'unica casa

Lo iniziarono a credere sia i radicali Natural,che non esitarono a spostare la loro azione terroristica nello spazio,rivelando un’organizzazione tale da far ritenere che dietro di essi si nascondessero, se non dei governi, certo dei soggetti dotati di grandi mezzi finanziari;
 sia una parte dei Coordinator…
Loggato

Dio è ovunque ed ha mille nomi, ma non c'è foglia d'erba che non lo riconosca. Siam venuti assieme sulla terra, perchè non spartirne gioie e dolori? Un saggio Sufi.
http://www.gundamuniverse.it/blog/
Disber
Moderatori
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 16589



WWW

Nuovo messaggio
« Risposta #4 il: 11 Novembre 2006, 14:04:58 »

.La lotta per l'indipendenza Parte I: Siegel Clyne e Patrick Zala



La lotta per l’Indipendenza: le origini .50-60 E.C.

L’inettitudine dei governi terrestri a reprimere le azioni terroristiche sulla terra;
 l’incapacità a bloccare l’attacco alle Plant;

il rifiuto dei governi terrestri a dotare le Plant di una forza militare autosufficiente,mescolandosi all’insofferenza per le forti limitazioni commerciali e di sviluppo imposte alle colonie spaziali ed estese alle Plant,strutture completamente diverse,rappresentarono la base su cui il movimento per l’autonomia delle Plant iniziò ad essere costruito.

 I protagonisti della lotta per l’autonomia prima ed poi per l’indipendenza delle Plant furono molti,ma due nomi sono ricordati in particolare quello di Siegel Clyne, ( Coordinator nato nel regno di Scandinavia) ed di Patrick Zala ( coordinator nato nella Alleanza atlantica).I due arrivarono nel 43 nello spazio,per partecipare alla costruzione della prima Plant,

Nel 50 E.C. raccogliendo i malumori della popolazione delle Plant,crearono l’associazione conosciuta come ZODIAC Alliance

Inizialmente scopo del gruppo era ottenere una maggiore autonomia delle Plant,l’abolizione dei monopoli commerciali,il rafforzamento della sicurezza delle Plant sempre più esposte ad attacchi terroristici.

Sponsor,occulti, dell’organizzazione furono diversi stati terrestri,a partire dal piccolo ma ben avanzato regno di Scandinavia,allo stato Australiano, allo stesso Orb,interessate alla rottura dei monopoli commerciali ed favorevoli ad una politica di convivenza pacifica fra Naturals ed Coordinator.

L’interesse delle piccole e medie potenze terrestri verso la Zodiac alliance non era casuale.

Le Plant in pochi anni erano diventate un fattore fondamentale dell’economia terrestre garantendo enormi profitti alle nazioni principali,l’Alleanza Atlantica ed gli stati a lei alleati,grazie proprio al monopolio commerciale che non lasciava spazio alcuno alle altre nazioni della terra e limitava lo sviluppo delle Plant stesse.
Questa situazione era diventata per i coloni ed le altre nazioni semplicemente intollerabile.


Ignorando le richieste della comunità mondiale,di quella delle comunità delle Plant,l’Alleanza si limitò ad una mera repressione di ZA costringendolo alla clandestinità.
Pose un coperchio su una pentola in ebollizione senza troppo curarsi delle conseguenze.

Tre eventi caratterizzarono gli anni 50 dell’E.C.

Nel 53 E.C. Gorge Glenn venne ucciso in un’attentato ad opera di seguaci del gruppo Blue Cosmos,la principale organizzazione politico terroristica che si proponeva,oramai,la mera eliminazione di ogni Coordinator in vita.
La morte di Glenn rappresentò un momento simbolico per Naturals ed Coordinator.

Nello stesso anno venne organizzato il: Consiglio supremo delle Plant,organismo formato da rappresentanti delle dodici diverse “città” per meglio coordinare ed organizzare il funzionamento delle diverse colonie spaziali.

Nel 54 E.C. una seconda ondata della terribile influenza di Tipo S scosse la terra
…l’incubo della distruzione totale tornava ad emergere nella comunità terrestre.

Non fu casuale che nell’opinione pubblica Naturals si formasse l’idea di un collegamento fra i due eventi: si diffuse la convinzione che questa ondata di influenza di Typo S2 fosse dovuta ai Coordinator,una vendetta usata nei confronti dei naturals per l’uccisione di Glenn.

La stessa rapida elaborazione nei laboratori delle Plant dei vaccini contro l’epidemia venne indicata come una prova da quanti erano interessati ad aizzare l’odio verso i coordinator.

Questi eventi modificarono in modo decisivo la politica dei principali governi terrestri: nel 55 fù adottato il cosiddetto Trattato ( protocollo) di Torino,che impose il bando totale ed definitivo di ogni tipo di sperimentazione genetica sulla Terra.

Questo bando aveva una sua fondatezza ma rappresentava un’atto che colpiva anzitutto i coordinator,ed tutti coloro i quali volessero avere dei figli usando il protocollo di Glenn,la sua principale conseguenza fù una nuova ed ancor più massiccia migrazione di Coordinator,loro famiglie ed simpatizzanti verso le Plant. e lo spostamento nello spazio di tutti i laboratori che si occupavano di ricerche genetiche.

I laboratori Mendel,creati negli anni 30, assunsero da questa data una certa importanza.

Due anni più tardi,nel 57 E.C. l’Alleanza atlantica la Repubblica d’Asia,l’Unione Eurasiatica formavano un primo coordinamento delle loro forze spaziali,il nucleo di quella che sarà la EAF,la forza Alleata terrestre,il cui primo atto fu quello di occupare gli spazioporti delle Plant.

Ufficialmente avrebbero dovuto garantire la sicurezza delle plant ma nel concreto,si trattava di una forza al servizio deli interessi delle grandi potenze.


Il decennio si chiuse con l’elezione nel Consiglio supremo delle Plant di , Siegel Clyne e Patrick Zala, nel 58 dell’Era cosmica.
Loggato

Dio è ovunque ed ha mille nomi, ma non c'è foglia d'erba che non lo riconosca. Siam venuti assieme sulla terra, perchè non spartirne gioie e dolori? Un saggio Sufi.
http://www.gundamuniverse.it/blog/
Disber
Moderatori
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 16589



WWW

Nuovo messaggio
« Risposta #5 il: 11 Novembre 2006, 14:08:37 »

La lotta per l'Indipendenza Parte II....si prepara la Tempesta



La lotta per l’indipendenza: la tempesta si prepara. 60-68 E.C.

Se gli anni 50 dell’E.C. rappresentano gli anni nei quali si pongono le basi della crisi fra le Plant ed la terra,fra i coordinator ed i naturals,gli anni sessanta rappresentano gli anni nei quali questa crisi esplose…

I governi della federazione Atlantica,dell’Eurasia ed della repubblica d’asia raccolsero quel che avevano seminato......

L’ambiguità della politica di questi stati verso i propri cittadini Coordinator; l’incapacità a salvaguardarne le vite sulla terra; l’incapacità a garantire la sicurezza delle plant nei confronti di azioni terroristiche sempre meglio organizzate; il rifiuto a permettere lo sviluppo delle Plant,impedendo la ceazione di strutture adibite all’agricoltura,necessarie a una popolazione che contava oramai milioni di persone; il rifiuto di consentire a maggior libertà di commercio spingevano i cittadini delle Plant a vedere nel dominio delle nazioni terrestri un giogo da cui liberarsi.

Gli eventi del 63 E.C quando un’azione terroristica distrusse degli impianti energetici dele plant,fecero precipitare la situazione.

Il rifiuto dei governi delle potenze terrestri ad accettare una riduzione delle forniture energetiche,l’atteggiamento delle unità militari alleate,che invece di bloccare i terroristi impedivano agli ingegneri delle Plant una reazione per fermare gli attentatori, dimostrarono in modo chiaro quale fosse la reale natura della politica di queste nazioni verso le plant.

L’alleanza terrestre apparve all’opinione pubblica delle plant, come un un parassita che si nutriva della linfa delle Plant senza nulla dare in cambio.

Da questa data l’azione di Siegel Clyne e Patrick Zala venne rivolta a porre le basi e politiche e militari per l’autonomia delle Plant dalla terra.


Siegel Clyne spinse la ZA a intensificare la sua opera di propaganda politica ( ZA cambiò il suo nome assumendo quello di ZAFT (Zodiac Alliance of Freedom Treaty ) portandolo a diventare la prima forza politica delle plant,alla fine del decennio tutti i delegati del supremo Consiglio erano membri di ZAFT nel medesimo tempo riuscì a tessere un’importante rete di contatti e collaborazione con alcune nazioni terrestri che già avevano appoggiato lo ZA.

Nello stesso tempo i laboratori di ingegneria dei Coordinator crearono un nuovo tipo di arma i Mobil suit.

Il primo prototipo di MS volò nel 65 E.C. ed dal 67 E.C. una buona parte di Maius city venne adibita alla costruzione delle nuove armi.Un ruolo importate nella progettazione e produzione degli armamenti fù svolto da Patrick Zala.



Tamburi di guerra: 68-69

Nel 68 E.C Siegel Clyne venne eletto alla guida del consiglio supremo e decise la svolta definitiva ponendo in modo diretto e chiaro alle nazioni terrestri il problema dell’autonomia dele plant,della fine del monopolio sui commerci spaziali,dei vincoli allo sviluppo delle Plant.

L’Alleanza Atlantica rispose alle dichiarazioni di Siegel Clyne con un netto rifiuto e chiamò i suoi alleati principali,l’Unione eurasiatica,la repubblica d’asia,alla mobilitazione contro le Plant nel medesimo tempo un’ondata terroristica si scatenò sulla terra costringendo i pochi Coordinator presenti sulla terra alla fuga.L’unione di Orb affermò la propria neutralità,continuando a ospitare pacificamente Coordinator e Natural sia sulla terra che nella sua principale colonia: Heliopolis.

Lo scontro militare fra le Plant e l’Alleanza Atlantica divenne inevitabile dopo l’incidente di Mandelbrot,

Mentre l’Alleanza Atlantica rifiutava ogni contatto con Clyne,altri stati,esclusi da sempre dai benefici del commercio spaziale accettarono di cooperare con le Plant .

L’Unione degli Stati sudamericani ed l’Unione dell’Oceania,due fra le principali nazioni escluse dai commerci spaziali conclusero accordi per scambiare forniture di generi alimentari con forniture dei prodotti delle industrie delle Plant ignorando l’embargo.

L’alleanza Atlantica non esitò ad abbattere le navi da trasporto delle Plant. uccidendo centinaia di Coordinator.

Questo atto spinse le plant a varare la creazione di un vero e proprio esercito,che verrà chiamato ZAFT, del quale Patrick Zala divenne il leader riconosciuto e spinse Siegel Clyne ad ordinare la conversione di Junius 7 alla produzione agricola.

Inevitabilmente la Plant di Junius 7 divenne obbiettivo principale della forza di spedizione che l’alleanza,partendo dalla base lunare del cratere di Tolomeo, inviò a reprimere la rivoltà…nelle dure battaglie attorno alla colonia i Mobil Suits Jinn vennero impiegati per la prima volta e dimostrarono tutta la loro superiorità impedendo gli attacchi,costringendo le unità terrestri alla ritirata dagli spazioporti delle Plant

Proprio a seguito di questi scontri il comandante Halberton della Federazione Atlantica propose inutilmente di varare un progetto di costruzione di Mobil suits,il progetto fù respinto e ripreso solo qualche mese dopo quando divenne evidente la crisi delle truppe terrestri.
Loggato

Dio è ovunque ed ha mille nomi, ma non c'è foglia d'erba che non lo riconosca. Siam venuti assieme sulla terra, perchè non spartirne gioie e dolori? Un saggio Sufi.
http://www.gundamuniverse.it/blog/
Disber
Moderatori
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 16589



WWW

Nuovo messaggio
« Risposta #6 il: 11 Novembre 2006, 14:12:58 »

La lotta per l'indipendenza: parte III....la guerra ha inizio



La strage ha inizio: E.C 70

Alla fine del 69 dell’E.C. lo stallo negli scontri fra l’alleanza e le Plant,le forti pressioni degli stati terrestri minori, aprìrono la possibilità per tentare un’accordo di pace ed evitare una guerra temuta da tutti.
Siegel Clyne ed il segretario delle NU con le rispettive delegazioni si accordarono per incontrarsi sulla città lunare di Copernicus .

E’ probabile che Clyne e il segretario delle NU avrebbero potuto raggiungere un accordo per la cessazione delle ostilità,grazie all’appoggio delle nazioni minori della Terra,ma altre forze erano all’opera…forze oscure che scelsero quei delicati giorni per svolgere la loro opera…

Qualche giorno prima dell’inizio dei colloqui alcuni membri del Supremo Consiglio vennero eliminati da azioni terroristiche,attribuite ai Blu Cosmos,morti che scossero le plant, poi accadde l’incredibile azione di Copernicus.

Il 5 febbraio 70 E.C un’attacco terroristico di vaste proporzioni portato da navi nascoste nello spazio investi l’antica colonia lunare di Copernicus alla vigilia della riunione delle delegazioni.

L’intera delegazione delle Nazioni Unite,compreso il segretario generale,venne uccisa.Siegel Clyne si salvò per un puro caso.

Contro ogni evidenza,contro ogni ragione,l’Alleanza Atlantica e i suoi alleati principali, riuniti dalla Dichiarazione dell’Alaska dello 11 febbraio 70 E.C nell’Alleanza della Terra (Earth Alliance.), attribuirono la responsabilità dell’attacco alle Plant e ai Coordinator.

La Dichiarazione dell’Alaska, divenne la dichiarazione di guerra alle Plant.

Qualche giorno più tardi il corpo di spedizione dell’esercito dell’Alleanza,(ufficialmente chiamato O.M.N.I Enforcer ma usualmente chiamato EAF,Forza dell’alleanza Terrestre ) sferrò un nuovo durissimo attacco allo strategico obbiettivo di Junius 7….

Nel giorno di san Valentino le forze spaziali dei due eserciti si affrontarono nella più grande delle battaglie della prima fase della guerra nei pressi della grande arca spaziale…

Un giorno tragico per l’umanita,migliaia di vite furono spezzate in poche ore,ma,quanto accadde durante le ultime fasi degli scontri rese quelle morti ancor più inutili.

I Blue Cosmos avevano da tempo infiltrato fra le file degli ufficiali dell’EAF propri membri a questi ,in occasione della spedizione,diede direttive precise: uccidere quanti più coordinator possibile impiegando ogni arma possibile,comprese le armi nucleari.

Mentre la flotta dell’EAF veniva affrontata e respinta dalle unità di Zaft un gruppo di Blue Cosmos lancio un’improvviso,inaspettato,attacco nucleare contro Junius 7…la fragile arca spaziale si dissolse in una bolla di fuoco e con lei le vite di 247.721 persone.
L’inutile massacrò rivelò il vero volto della guerra,ne trasformò in modo definitivo la natura,il conflitto politico si trasformò in un conflitto etnico,razziale nel quale ogni regola era abrogata.

Le Plant e la Alleanza terrestre si avvinghiarono in una lotta mortale.

La follia del gesto,spinse le Plant a dichiarare la guerra totale all’Alleanza terrestre,ma spinse anche diversi stati della Terra a dissociarsi apertamente dall’Alleanza.

L’Unione sudamericana e l’Unione dell’Oceania,riconobbero il governo delle Plant,rifiutando ogni aiuto all’aAleanza, chiedendo una pace separata con le Plant

. L’Unione di Orba confermò la sua neutralità in un discorso di Uzumi Nara Athha nel quale condannò l’uso delle armi di distruzione di massa indicò il percolo gravissimo che stava correndo la razza umana,l’intera razza umana,Coordinator e natural.

L’Alleanza terrestre rispose duramente,occupando l’Unione Sudamericana,e affrontando l’Unione dell’Oceania. Orb, stato più piccolo, e molto ben armato,venne ignorato.

La risposta del governo delle Plant al massacro di San Valentino,all’invasione dei suoi alleati terrestri, fù: l’invasione della Terra.



Il 22 Febbraio l’attacco alla terra partì con l’occupazione di Yggdrasil,l’antico porto della colonizzazione spaziale ma il primo tentativo di assalire l’Astroporto del lago Vittoria,distruggerne il grande Mass Driver, venne respinto nel marzo dello stesso anno.

La prima vera sconfitta di Zaft portò al varo dell’operazione Ouroboros un assalto generale alla Terra condotto da ZAFT utilizzando in modo massiccio la sua seconda arma segreta: i Neutron jammer

.( particelle capaci di interferire con le onde radio,di limitare il campo di azione dei radar ma anche capaci di interferire,fino a bloccarle con le reazioni atomiche…)

Agli inizi di aprile la pioggia di missili caricati di N-jammers con la quale Zaft si aprì la strada nelle difese della terra,mise fuori uso la gran parte delle centrali nucleari,cuore della produzione energetica terrestre,questo provocò una gigantesca crisi energetica sul pianeta,non casualmente l’aprile del 70 fù definito “ Il folle Aprile” a indicare come la crisi avesse portato al collasso parecchi stati della terra.

Con l’invasione della terra.la guerra mutò di nuovo aspetto: l’obbiettivo primo dell’invasione,la liberazione dell’australia venne raggiunto nel giro di poche settimane ,a maggio Zaft riuscì anche a occupare Gibilterra e parte della Spagna,minacciando l’Unione Eurasiatica da est,dall’Oceania e da ovest,dal mediterraneo,
Il secondo obbiettivo,occupare gli spazioporti terrestri,non venne raggiunto,Zaft rimase bloccato per mesi in una guerra di posizione,senza riuscire a fare ulteriori progressi sulla Terra.

Solo nel gennaio del 71,e dopo incredibili sforzi,l’esercito di Zaft riuscì a conquistare l’astroporto di Kaohsiung

Una vittoria che rivelava solo la limitatezza delle risorse di Zaft delle risorse delle Plant.

Nello spazio intanto la guerra superava nuovi livelli di atrocità. L’offensiva dell’esercito delle Plant contro la Luna.e la grande base spaziale del Cratere Tolomeo venne contenuta e poi fermata dall’EAF usando un’arma terribile: il sistema Ciclope.
Nel giugno del 70 E.C. questa spaventosa arma venne utilizzata nel Cratere di Endimion.

L’importante base lunare era stata assalita dalle forze di Zaft,che,irrompendo attraverso la linea del fronte,assestata sul Cratere Grimaldi,avevano costretto alla ritirata,proprio verso Endymion,la Terza flotta dell’EAF;considerando perduta la base,il comando dell’EAF attivò il sistema Ciclope,nascosto sotto il cratere, massacrando insieme le truppe di Zaft e le sue stesse unità che ancora stavano resistendo….la vera natura degli eventi fu taciuta dal comando dell’EAF e attribuita alla malvagità dei terribili Coordinator.

Fra i pochi superstiti della battaglia c’era anche Mu La Flaga,membro delle unità d’elite dell’aereonautica spaziale,conosciuto come l’Aquila di Endimion per aver abbattuto 5 Mobil Suits,destinato a giocare un ruolo fondamentale nei mesi succesivi.


Nota.) Il Ciclope ,consiste in una serie di emettitori di microonde capaci di emettere un’onda in grado, di far bollire,migliore definizione non c’è, l’acqua contenuti nei corpi delle persone,nelle cose,
Arma efficacissima e definitiva,non si può bloccare l’onda,ma di portata molto limitata,alcuni chilometri,perché sia efficace occorre portare il nemico nelle sue vicinanze…per far uesto si finisce per sacrificare anche le truppe eventualmente usate come esca…primo impiego sulla Luna.)


I primi mesi di guerra hanno fatto comprendere agli osservatori più attenti come nessuna delle due fazioni sia in realtà in grado di prevalere.
La guerra è diventata una serie di battaglie sempre più violente sempre più insensate e distruttive nelle quali si sacrificavano inutilmente le vite di decine di migliaia di persone.

Nell’ottobre del 70 E:C. la consapevolezza della drammaticità della situazione spinse Siegel Clyne a cercare un approccio con il segretario generale della Alleanza terrestre,usando come intermediario il reverendo Malchio per cercare un’ accordo di pace…senza però che si riuscisse a trovare una via di compromesso.

Ma quale altra strada rimane da percorrere ormai?
Loggato

Dio è ovunque ed ha mille nomi, ma non c'è foglia d'erba che non lo riconosca. Siam venuti assieme sulla terra, perchè non spartirne gioie e dolori? Un saggio Sufi.
http://www.gundamuniverse.it/blog/
Disber
Moderatori
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 16589



WWW

Nuovo messaggio
« Risposta #7 il: 20 Marzo 2007, 07:33:45 »

Due immagini di Plant...l'impressione che sarebbe meglio mettere qualche immagine proveniente dalla Cosmic Era.

 
http://img19.imageshack.us/img19/8941/seedfile1c29ug4.jpg

http://img410.imageshack.us/img410/9663/seedfile1c28qa4.jpg
Loggato

Dio è ovunque ed ha mille nomi, ma non c'è foglia d'erba che non lo riconosca. Siam venuti assieme sulla terra, perchè non spartirne gioie e dolori? Un saggio Sufi.
http://www.gundamuniverse.it/blog/
Disber
Moderatori
Generale
*
Offline Offline

Sesso: Maschile
Posts: 16589



WWW

Nuovo messaggio
« Risposta #8 il: 22 Febbraio 2016, 21:34:45 »

La creatrice è andata via. Onore alla creatrice.

Loggato

Dio è ovunque ed ha mille nomi, ma non c'è foglia d'erba che non lo riconosca. Siam venuti assieme sulla terra, perchè non spartirne gioie e dolori? Un saggio Sufi.
http://www.gundamuniverse.it/blog/
Pagine: [1]   Vai Su
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2011, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!
Pagina creata in 0.177 secondi con 19 queries.