Come contribuire e come pubblicizzare GundamPedia
Alcune statistiche sulla GundamPedia e le ultime novità

SP05 - Tannhäuser

Unità mobile fizionale presente nel metaverso “Ashes of the War” dell'Ultimate Universe.

Apparizioni: MSG:Ashes of the War - MSG:Rise from the Ashes

Mobile Suit delle Guerre Coloniali (2015 - 2045 AD)

A-SP05 modello di preserie (Alberichsschutzpanzer)

SP05C modello standard di produzione (Reichswehrmacht)

SP05X, versione speciale per il gruppo d'assalto “Schwarze Sterne”

Scheda Storica

Il progetto del Tannhäuser fu il più ambizioso e complesso supervisionato dal professor von Deikun. Lo scopo primario di Von Deikun era risolvere il più evidente limite dell’SP04, ovvero la limitata mobilità: per questo motivo, il propulsore di tipo Minovsky A, inizialmente applicato all’SP04, venne sostituito da un propulsore di blocco B, in realtà un modello di potenza e dimensioni ridotte rispetto a quello applicato sulle navi da guerra. Il particolare sistema di propulsione consente all’SP05 di muoversi con modalità simile ad un hovercraft (anche se non sfrutta alcun sistema di cuscinetto d’aria), ad una velocità nettamente superiore a qualsiasi altro MS. Nonostante i primi test si fossero rivelati molto promettenti, il progetto Tannhäuser fu temporamente bloccato dopo la battaglia della Mecca, e riattivato solo dopo quella di Okinawa: troppo costoso il propulsore Minovsky B, e soprattutto troppo esigente in termini di consumo - l’autonomia di un Tannhäuser è infatti un quarto di quella di un Null Vier.

Per questo motivo, nell’ultima parte del conflitto terrestre – ed in particolare: durante le battaglie del Venezuela, di New York, e nella prima fase della battaglia d’Europa – i Tannhäuser vennero riservati ad operazioni di sfondamento, preferendo gli SP04 e SP06 per il controllo del territorio e per le battaglie di logoramento.

Il primo impiego ufficiale dell’SP05 (o “Schwartzkopf”, testa nera, come simpaticamente chiamato dai piloti del Reich) fu la caccia alla White Base nel corso del secondo semestre del primo anno di guerra: le uniche unità all’epoca complete (per questo dette di blocco X) vennero assegnate ai tre migliori piloti del 116° (Herb Schneider, Gunner Ortega, Wulf Lehmann), le cosiddette “Schartze Sterne”. Le successive unità di blocco A, B e C (fra loro distinguibili solo per alcune minime migliorie del sistema di controllo integrato) furono quindi introdotte nelle neo-costitue divisioni corazzate 121° (München), 134° (Hamburg), 135° (Nürnberg) e 136° (Köln). Queste ultime, divisioni “miste”, composte anche da unità di classe SP06 ed SP07. Il numero complessivo di SP05 effettivamente prodotti non è chiaro. Le commesse complessive del Reich, stando ai documenti ufficiali, parlano di 330 unità – di cui 30 assegnate alle SS ed al battaglione Prinz Eugen, ad integrazione e sostituzione dei Null Vier – ma solo una parte di essa fu effettivamente consegnata. Negli ultimi mesi di guerra, infatti, la produzione industriale fu concentrata intorno ai modelli 06 e 07, e soprattutto verso questi ultimi non appena la sconfitta nella guerra terrestre divenne evidente anche alle alte sfere del Reich. Per quanto riguarda l’apprezzamento dei piloti, l’SP05 non ha mai goduto dell’affetto – talora incondizionato, proprio del Null Vier: troppo scarsa l’autonomia, e troppo complesso il sistema di controllo. Lo stesso Kaswal von Deikun preferì a lungo il suo Null Vier di blocco K al Tannhäuser di blocco C destinatogli da Cecilia, sostituendolo soltanto con il Parzifal di blocco B non appena venne reso disponibile. Il più grosso limite dell’SP05, tuttavia, è da attribuirsi all’essere stato introdotto poco prima che la Federazione si dotasse di un proprio MS, e quindi al doversi confrontare con il nuovissimo RX78, ad esso superiore sotto quasi tutti i punti di vista – tranne per quanto riguarda l’inarrivabile mobilità.

Scheda Tecnica

  • Codice: SP05
  • Nickname: Tannhäuser
  • Modello: MS da combattimento (produzione di massa)
  • Produttore: Reichsmotorwerke (RMW)
  • Anno di roll-out: 2017
  • Produzione: 2015 - 2018 AD
  • Chief Designer: Christian von Deikun
  • Reparti di assegnazione:
  • 116a divisione MS (2015)
  • 121a divisione MS (2016)
  • 122a divisione MS (2016)
  • 123a divisione MS (2016)
  • 124a divisione MS (2016)
  • 125a divisione MS (2016)
  • 130a divisione MS (2016)
  • 145a divisione MS (2017)
  • 146a divisione MS (2017)
  • 147a divisione MS (2017)
  • 148a divisione MS (2017)
  • 149a divisione MS (2017)
  • 150a divisione MS (2017)

  • Altezza: 15.2 m
  • Stazza: 55.3 t (pieno carico operativo)
  • Corazza: corazza frontale e dorsale in lega Acciaio-Titanio, rinforzi in Marium
  • Generatore: reattore di tipo Minowsky B a tripla bobina di fusione
  • doppio sistema di propulsione: il getto principale viene convogliato al reattore di sollevamento nelle gambe e nel torso, il getto secondario viene dirottato al backpack per la propulsione longitudinale

—-

  • Armamento:
  • 1 x Heat saber alimentata dal reattore
  • 1 x x cannone mitragliatore a braccio fuoco rapido tipo 02KE-II (185 mm, 44 colpi al minuto, rastrelliera raccordata con serbatoio a cintura per circa 150 colpi) * solo nel blocco C: 2 x mitragliatori a braccio modello Wulkan III (133 mm, 66 colpi al minuto, rastrelliera raccordata con serbatoi supplementari installati sulle spalle e corazzati - 1500 colpi per serbatoio)

—-

  • Sistemi informatici:
  • Computer da combattimento modello SP.EC.TRUM 08

Il layout - in attesa di una versione “ufficiale Ultimate Century” è quella di un MS09 Rick Dom


Tools personali