Come contribuire e come pubblicizzare GundamPedia
Alcune statistiche sulla GundamPedia e le ultime novità

Differenze

Queste sono le differenze tra la revisione selezionata e la versione attuale della pagina.

Link a questa pagina di confronto

fanfic:ultimate_universe:dt-01_ils_1 [2008/01/13 12:36]
pan creata
fanfic:ultimate_universe:dt-01_ils_1 [2015/08/28 20:54] (versione attuale)
Linea 1: Linea 1:
-====== DT-01 (ILS-1 Infantry Light Suitdenominazione NATO) ======+====== DT-01 (ILS 1Infantry Light Suit 1; denominazione NATO) ======
  
 Unità mobile fizionale presente nel metaverso "**Ashes of the War**" dell'Ultimate Universe. Unità mobile fizionale presente nel metaverso "**Ashes of the War**" dell'Ultimate Universe.
Linea 13: Linea 13:
 Questo piccolo mezzo antropomorfo triposto (autista, comandante e artigliere) fu sviluppato in Russia nel 1988 sfruttando le conoscenze acquisite con il programma ST; a seguito del crollo del muro di Berlino il programma venne congelato essendo i pochi fondi disponibili per la ricerca di armi antropomorfe assegnati allo sviluppo del più prestante ST-03. Questo piccolo mezzo antropomorfo triposto (autista, comandante e artigliere) fu sviluppato in Russia nel 1988 sfruttando le conoscenze acquisite con il programma ST; a seguito del crollo del muro di Berlino il programma venne congelato essendo i pochi fondi disponibili per la ricerca di armi antropomorfe assegnati allo sviluppo del più prestante ST-03.
  
-Nonostante ciò nel 2009 ne venne ripreso lo sviluppo e grazie anche al basso contenuto di prodotti tecnologici del mezzo già nel 2011 erano stati prodotti una decina di esemplari di pre-serie, a questo punto della sua storia il mezzo subì la sua seconda battuta d'arresto, infatti seppur i fondi per la ricerca di nuove armi in Russia fosse aumentata le ottime prestazioni dell'ST-03 spinsero lo stato maggiore russo a puntare tutto su quello che sarebbe poi divenuto celebre col nome di 'Stalingrad'.+Nonostante ciò nel 2009 ne venne ripreso lo sviluppo e grazie anche al basso contenuto di prodotti tecnologici del mezzo già nel 2011 erano stati prodotti una decina di esemplari di pre-serie, a questo punto della sua storia il mezzo subì la sua seconda battuta d'arresto, infattiseppur i fondi per la ricerca di nuove armi in Russia fosse aumentata le ottime prestazioni dell'ST-03 spinsero lo stato maggiore russo a puntare tutto su quello che sarebbe poi divenuto celebre col nome di 'Stalingrad'.
  
-Nel 2014 però le richieste dei parà di rinnovare i loro armamenti si fecero pressanti il DT-01 fu riesumato di questo mezzo furono prodotti altri 5 esemplari per le prove operative, ma poi giunse lo scoppio della guerra che pose fine definitivamente al progetto essendo che le industrie e i centri di ricerca del programma finirono tutte distrutte catturate nei primi giorni di guerra, al contrario dei centri di ricerca riguardanti l’ST-03. Ciò però non pose fine alla carriera del DT-01, infatti alcuni esemplari si salvarono e parteciparono alle operazioni di guerriglia soprattuto nei pressi del Caucaso.+Nel 2014 però le richieste dei parà di rinnovare i loro armamenti si fecero pressanti ed il DT-01 fu riesumato venendone prodotti altri 5 esemplari per le prove operative, ma poi giunse lo scoppio della guerra che pose fine definitivamente al progettoessendo le industrie e i centri di ricerca del programma tutti distrutti catturati nei primi giorni di guerra, al contrario dei centri di ricerca riguardanti l’ST-03. Ciò però non pose fine alla carriera del DT-01, infatti diversi esemplari (oltre ai cinque per prove operative ne era cominciata la produzione in serie e si suppone che un numero variabile di mezzi completi tra i quattro ed i dieci esemplari vennero prodotti prima dello scoppio della 1a Guerra Coloniale) si salvarono e parteciparono alle operazioni di guerriglia soprattuto nei pressi del Caucaso.
  
 Un esemplare sopravvisse alla guerra e fu alla base dei primi mobile worker, da cui sarebbero poi derivate le più sofisticate work suit (che si differenziavano dai MW per la presenza di arti inferiori). Un esemplare sopravvisse alla guerra e fu alla base dei primi mobile worker, da cui sarebbero poi derivate le più sofisticate work suit (che si differenziavano dai MW per la presenza di arti inferiori).
 IL DT-01 era stato progettato per poter operare con le truppe paracadutiste sovietiche nelle difficili missioni desant e questa filosofia operativa si rispecchiava nelle sue caratteristiche tecniche, oltre ad avere grossi elementi di comunanza con i mezzi BMP-2 (torretta) e 3 (motore). IL DT-01 era stato progettato per poter operare con le truppe paracadutiste sovietiche nelle difficili missioni desant e questa filosofia operativa si rispecchiava nelle sue caratteristiche tecniche, oltre ad avere grossi elementi di comunanza con i mezzi BMP-2 (torretta) e 3 (motore).
  
-L’armamento fisso era notevole, la torretta del BMP-2 disponeva di: un cannone da 30 mm, una mitragliatrice PK coassiale e 4-5 missili anticarro. Inoltre le pinze dei due arti superiori del mezzo potevano portare ed usare: un lanciafiamme, una mitragliatrice pesante, lanciarazzi equipaggiabili con armi termobariche, senza contare che potevano essere usate per applicare esplosivi o portare materiale di vario genere. +L’armamento fisso era notevole, la torretta, evoluzione di quella del BMP-2disponeva di: un cannone da 30 mm, una mitragliatrice PK coassiale e 4-5 missili anticarro. Inoltre le pinze dei due arti superiori del mezzo potevano portare ed usare: un lanciafiamme, una mitragliatrice pesante, lanciarazzi equipaggiabili con armi termobariche, senza contare che potevano essere usate per applicare esplosivi o portare materiale di vario genere. 
  
 La propulsione era affidata ad un motore diesel compatto (sviluppato appositamente per il mezzo) di potenza sui 500-600hp derivato da quello del BMP-3; il peso era di circa 13-14 tonnellate con serbatoio di carburante pieno e le munizioni della torretta caricate, con armi esterne il peso poteva aumentare fino ad un paio di tonnellate. La propulsione era affidata ad un motore diesel compatto (sviluppato appositamente per il mezzo) di potenza sui 500-600hp derivato da quello del BMP-3; il peso era di circa 13-14 tonnellate con serbatoio di carburante pieno e le munizioni della torretta caricate, con armi esterne il peso poteva aumentare fino ad un paio di tonnellate.
Linea 61: Linea 61:
  
   * **Armamento:**   * **Armamento:**
-  * 1 x Cannone da 30mm +  * 1 x Cannone 2A42 da 30mm  
-  * 1 x Mitragliatrice PK coassiale+  * 1 x Mitragliatrice PKTM coassiale
   * 1 x Lanciatore a 5 celle per missili controcarro Kornet-G   * 1 x Lanciatore a 5 celle per missili controcarro Kornet-G
 +  * 6 x Lanciagranate fumogene da 81mm
   * 1 x Lanciafiamme (opzionale)   * 1 x Lanciafiamme (opzionale)
   * 1 x RPG-32 (opzionale, con caricatore da 6 colpi)   * 1 x RPG-32 (opzionale, con caricatore da 6 colpi)
   * 1 x Mitragliatrice pesante NSVT (opzionale)   * 1 x Mitragliatrice pesante NSVT (opzionale)
 +
 +===== Link esterni =====
 +
 +[[http://www.kurganmash.ru/en/turrets/turret_bmp2/|Descrizione tecnica della torretta del BMP-2]]

Tools personali